La Hidro Sport in crescita. Segnali positivi nel settore che coinvolge amatori ed “ex” agonisti

55

Il Campionato Regionale indoor Master ha regalato una Domenica di sana competizione in questo settore che vede cimentarsi sportivi che abbiano compiuto un minimo di 25 anni e che, di fatto, non conosce limiti di età, ma che richiede solo tanta passione e voglia di mettersi in gioco per provare a misurare i propri limiti in un contesto piacevolmente amicale ma pur sempre agonistico.


Le risposte prestative dei portacolori giallo-blu non si sono fatte attendere troppo, in apertura di manifestazione è giunta così la prima d’oro di Roberto Rampino (M35) sui 50 farfalla (30”09), seguita dall’argento di Elia Carlone (M35) ed il bronzo di Aldo Spedalieri (M45) nei 400 SL che ha bissato il bronzo anche nei 100 SL (1’25”13).

La prima medaglia femminile è giunta grazie all’oro nei 50 rana M55 di Lucia Falcone (56”90) a cui si è aggiunto il bronzo di Antonella Cirelli (59”80); doppio oro dalla gara dei 100 SL maschili grazie alle ottime performances dell’M55 Pasquale Arteritano e dell’M60 Vincenzo Di Lazzaro; ben 3 le medaglie d’oro giunte dalla gara degli 800 SL con Elia Carlone primo tra gli M35, Gianna Del Monte ed Antonella Di Mario tra le donne.


La sessione mattutina si è conclusa con lo spettacolo delle staffette in cui ha ben figurato il quartetto Hidro composto da Terrigno-D’antonio-Lembo-Carlone sul podio di categoria.


La prima gara del pomeriggio ha portato la medaglia d’argento nei 200 SL grazie alla prestazione di Antonella Di Mario, 3’46”20 il suo crono finale; argento anche per Roberto Rampino nei 50 SL (27”09), mentre è d’oro il 50 SL di Lucia Falcone (M55-44”55) così come concede il bis d’oro anche Pasquale Arteritano con 45”43 che precede il compagno di team Massimo Lembo Fazio argento in 46”59; in questa stessa gara Antonella Cirelli conquista il bronzo con 59”48.


Le ultime medaglie individuali sono giunte dalla gara dei 50 dorso sono poi giunte le medaglie d’oro di Gianna Del Monte (39”22) e di Paola Lozzi (M55 in 59”73).


Ottimi riscontri sono giunti anche da Giuseppe Palladino, Daniele Di Giglio, Domenico De Cesare, Edmondo D’antonio, Vincenzo Conti che hanno messo in acqua apprezzabili prestazioni che li hanno collocati appena a ridosso della zona podio nelle varie discipline in cui si sono cimentati.


Buoni riscontri dunque per la Hidro Sport che investe molte risorse anche in questo settore dedicato al nuoto amatoriale, fatto di persone che, da un piacevole percorso didattico di scuola nuoto, scoprono la passione per queste discipline ed assaporano così anche l’emozione ed il desiderio di cimentarsi in un confronto sportivo agonistico dimensionato alle capacità di tutti.

Commenti Facebook