La CorrIsernia 2015 punta decisa sul settore promozionale-scolastico

813

Il raduno organizzato dal comitato FIDAL Molise a Camerino ha portato ai giovani atleti della NAI conferme per i partecipanti e stimoli per chi questa volta non ha ricevuto la convocazione. “Un’esperienza straordinaria” l’ha definita il presidente Agostino Caputo dopo aver dato uno sguardo ai risultati e aver parlato con Enrica Petrarca, istruttrice-accompagnatrice che all’ultimo momento ha dovuto sostituire la responsabile del settore giovanile, Silvana Azzolini, in questa bella e nuova avventura per il settore promozionale NAI.

“Un’esperienza che lascia il segno, non solo per i risultati conquistati, ma anche per l’entusiasmo con il quale i ragazzi hanno affrontato il raduno e con il quale sono rientrati agli allenamenti con i compagni” – continua il numero uno pentro. Dando uno sguardo alle classifiche, salta subito agli occhi il secondo posto sui 60mt ragazze di Veronica Mastrati che con i suoi 8”52 ha retto senza particolari difficoltà il ritmo delle pari età di altre regioni. Altrettanto bene ha fatto Ilenia Curreddu che oltre alla sua specialità, il lancio del giavellotto, ultimamente si sta distinguendo anche in altre discipline come il salto triplo che in occasione del raduno le è valso la terza piazza.

Terzo gradino del podio anche per Giuseppe D’Alonzo (categoria ragazzi) nel lancio del peso. “Sono particolarmente contento per il nostro atleta – afferma Caputo – perché il ragazzo si era conquistato il raduno solo grazie al minimo B, ma con questo risultato ha dato ragione a chi giustamente lo aveva convocato”. Presenti in terra marchigiana anche Giulia D’Alonzo e Matteo Mangione. Un raduno che rappresenta l’ennesima riprova che l’obiettivo della NAI di puntare decisamente sul settore promozionale è la scelta giusta per dare una possibilità all’atletica molisana.

Sulla scorta di questo assunto, quest’anno cambia veste anche la CorrIsernia, in programma domenica 20 settembre e giunta alla sua 10^ edizione, per la parte che attiene proprio alle gare promozionali che diventano punto nevralgico dell’intera manifestazione grazie al coinvolgimento più intenso degli istituti scolastici di Isernia e provincia.

Commenti Facebook