Il calcio a undici del Cus Molise è pronta ad affrontare la fase finale dei CNU, la parola al trainer Cordone

88

Pronti ad essere protagonisti. A distanza di quattro anni la selezione di calcio a undici del Cus Molise è pronta ad affrontare la fase finale dei Campionati Nazionali Universitari. Un traguardo, quello ottenuto dalla formazione guidata da Mario Cordone, grazie al doppio successo contro il Cus Tor Vergata che ha spalancato le porte dell’Abruzzo ai molisani. E certamente, Cornacchione e compagni non vorranno fare una semplice comparsa, pur consapevoli di avere sulla propria strada un avversario durissimo all’esordio: il Cus Parma campione d’Italia in Molise lo scorso anno. A caricare l’ambiente ci pensa il trainer Mario Cordone. “Sappiamo benissimo il valore del Cus Parma nostro primo avversario a L’Aquila così come conosciamo le qualità di tutte le altre squadre che hanno avuto accesso alla fase finale – sottolinea – allo stesso tempo, però, siamo consapevoli di avere anche noi tante qualità da poter sfruttare e cercheremo di farlo nel modo migliore”.

Essere arrivati alla fase finale dei Cnu è già una grande soddisfazione, condivide?

“Assolutamente. La squadra di calcio a undici mancava dal 2005 alla fase finale dei Campionati Nazionali Universitari. Siamo felici e orgogliosi di poter rappresentare il Cus Molise e l’Università degli Studi del Molise in una kermesse di grande spessore. Allo stesso tempo, però siamo consapevoli che è una grande responsabilità per noi e proprio per questo proveremo ad onorare l’impegno nella maniera migliore, cercando di fare più strada possibile. Ringrazio il Cus Molise nelle persone del presidente Rivellino, del professor Guerra e di Marco Sanginario per la fiducia che hanno avuto in me, nel mio staff e nei calciatori. Sono convinto che questo gruppo potrà togliersi qualche bella soddisfazione”.

L’esordio sarà contro i campioni d’Italia del Cus Parma. Che gara si aspetta?

“Indubbiamente il Cus Parma arriverà in Abruzzo con il chiaro intento di mantenere lo scudetto e per questo ci attende una partita difficile. Allo stesso tempo, però, dico che conosco il valore dei miei giocatori e so che scenderanno in campo per cominciare con il piede giusto questa avventura. Dovremo stare attenti in fase difensiva e provare a sfruttare le nostre qualità offensive per portare a casa un risultato positivo”.

In una competizione corta come i Campionati Nazionali Universitari contano tanti fattori per provare ad ottenere dei risultati. Concorda?

“Concordo. Noi dobbiamo pensare ad una partita alla volta e poi vedere dove saremo riusciti ad arrivare. Chiaramente in una competizione dove si gioca ogni giorno serviranno tanti fattori e un pizzico di fortuna per arrivare ad un traguardo importante. Aggiungo che la prima partita è la più importante perché dà accesso alla semifinale. Quindi per noi la sfida contro il Cus Parma è fondamentale”.

Commenti Facebook