Circolo La Nebbia Cus Molise, a Ruvo per tornare alla vittoria. Di Stefano: “Da ora in avanti per noi saranno tutte finali”

172

A Ruvo per tornare alla vittoria. Il Circolo La Nebbia Cus Molise, dopo aver fermato la corsa della capolista Tombesi (1-1 al Palaunimol) e aver ricaricato le batterie nella sosta prevista dal campionato, non farà sconti. I ragazzi di Marco Sanginario sono consapevoli che ad attenderli ci sarà un avversario in salute che ha voglia di continuare la risalita e sanno di dover dare vita ad una partita perfetta per portare a casa il massimo. A caricare l’ambiente ci pensa il capitano Antonio Di Stefano. “Dobbiamo assolutamente portare a casa i tre punti – spiega – solo così potremo restare attaccati alla zona plyoff. Andremo ad incontrare una squadra che sta attraversando un buon periodo e che certamente proverà a renderci la vita difficile. Dalla nostra, perciò, dovremo metterci tanto impegno e tanta abnegazione se vogliamo conquistare il successo”.

Contro la Tombesi nell’ultima gara giocata in ordine di tempo, si è visto un Cln Cus Molise in salute. E’ d’accordo?

“Condivido. Contro la Tombesi si è vista la compattezza di squadra, quella necessaria per poter rimanere nella zona alta della classifica. Per quanto abbiamo fatto vedere in campo, meritavamo qualcosa di più del pareggio”.

Quello attuale è un campionato equilibrato sia nella zona alta della classifica che in quella bassa. Anche per questo non possono essere commessi errori. E’ così?

“Assolutamente. Proprio in virtù del grande equilibrio che regna nel girone adesso è necessario fare punti anche fuori casa onde evitare di staccarsi troppo dalla zona nobile della graduatoria”.

Dando uno sguardo alla sua stagione personale è soddisfatto?

“Ci sono stati dei momenti difficili perché quando non arrivano i risultati, da capitano, ne risento. Adesso siamo in ripresa e dobbiamo continuare su questa strada. I conti si faranno come sempre alla fine”.

Dopo la trasferta di Ruvo ci sarà il Giovinazzo al Palaunimol, altra gara non semplice.

“Da adesso in avanti per noi saranno tutte finali. Sappiamo di dover ottenere il massimo in ogni match se vogliamo lottare per i playoff fino alla fine. Il Giovinazzo a mio avviso è un’ottima squadra ma soprattutto in casa nostra non possiamo permetterci di sbagliare”.

Dando uno sguardo al campionato in generale quale squadra l’ha impressionata maggiormente?

“Il Cassano è superiore alle altre. Anche nella sfida giocata in casa nostra mi ha fatto una grande impressione nonostante per tre quarti di gara abbiamo giocato alla pari”.

Per quanto riguarda i playoff su chi dovrete fare la corsa?

“Sicuramente sono diverse le squadre che puntano agli spareggi. Il Manfredonia si è rinforzato, ci sono poi Chaminade, Sagittario Pratola e Canosa che sono in alto. E’ una bella lotta. Noi cercheremo di arrivare dritti all’obiettivo”.

Arbitri – Dirigeranno l’incontro Gianluca Rutolo di Chieti e Stefania Candria di Teramo. Il cronometrista sarà Agostinelli di Bari.

Commenti Facebook