Campionati Europei di Basket in carrozzina, il bilancio degli atleti molisani

95

Nell’ultima giornata dei decimi Campionati Europei di Basket in carrozzina a sorridere è soltanto la rappresentativa Under 22 che riesce a superare la Polonia nella gara valevole per l’assegnazione del 7° e 8° posto, 45 a 41 il risultato finale.
La Nazionale Femminile dopo la sconfitta con l’esordiente Svezia (53-35) cede nettamente contro la Turchia (37-16) e deve rinviare ancora una volta la promozione nella massima Divisione.
Il bilancio dell’Italia non rispecchia le aspettative della vigilia, ma consegna a tutti i partecipanti l’esperienza di una competizione internazionale.
Tra le fila dell’Under 22 il termolese Andrea Brandimarte: “sono soddisfatto, non solo per la partecipazione alla fase finale dell’Europeo, ma per tutto il percorso di avvicinamento che ha preceduto l’evento e consentito di confrontarmi con altri giocatori e crescere dal punto di vista tecnico. Nella prima competizione ufficiale con la maglia della Nazionale i minuti in campo non sono stati tanti, ma spero di avere altre opportunità in futuro. Come squadra siamo cresciuti partita dopo partita, archiviata la sconfitta con la Francia (67-28), nell’ultima gara abbiamo incontrato un avversario alla nostra portata, giocato bene e meritato la vittoria.
Abbiamo la consapevolezza di far parte di un nuovo ciclo e che le altre squadre sono evidentemente più avanti di noi, ma la Federazione crede in questo progetto ed intende impegnarsi per far crescere ulteriormente il gruppo”.
Nella Femminile la campobassana Lorena Ziccardi: “abbiamo sperimentato sul campo il nostro attuale livello, possiamo senza dubbio migliorare, ma è necessario dare continuità e lavorare di più, non giocavamo partite insieme dagli Europei di due anni fa.
Come squadra abbiamo purtroppo mollato alle prime difficoltà, quando il divario nel punteggio ci ha allontanato dalle nostre avversarie, è scattato mentalmente qualcosa che ha impedito di reagire come avremmo dovuto e saputo fare; a livello personale meglio la seconda gara rispetto a quella disputata all’esordio, contro la Turchia sono riuscita a fare ciò che mi è stato richiesto, soprattutto nella fase difensiva. Peccato per la sconfitta con la Svezia, una gara che potevamo vincere e che invece ha condizionato il nostro europeo: per accedere alla Divisione A, avremmo dovuto superare la Turchia con 30 punti di scarto.
Oltre il risultato, restano le emozioni forti che una manifestazione di questo livello è in grado di generare”.
Entusiasmo condiviso anche durante la cerimonia di chiusura con le compagini schierate sul campo del Bella Italia Village di Lignano Sabbiadoro a ricevere i premi dai massimi rappresentati istituzionali. Per la cronaca, la Turchia vince con entrambe le rappresentative, la Femminile superate Svezia e Italia accede alla Divisione A, l’Under 22 si conferma Campione d’Europa battendo in finale la Germania, 3° classificati gli spagnoli.
Un Torneo quello appena concluso che ha mostrato un elevato livello tecnico e rappresentato un modello da seguire per tutti quei giovani che desiderano avvicinarsi a questa disciplina.

Commenti Facebook