Bocce/ primo appuntamento per i ragazzi con l’ex ct della nazionale azzurra, Dante D’Alessandro

182

Primo appuntamento del 2019 al Centro Tecnico Regionale, Bocciodromo Comunale di Campobasso, per gli stage mensili che i ragazzi della scuola bocce del Molise sostengono con il pluricampione iridato ed ex ct della nazionale azzurra, Dante D’Alessandro.

Sono stati in 30 durante tutto il pomeriggio di giovedì 17 gennaio 2019 ad essere allenati dall’abruzzese che ha scritto la storia delle bocce mondiali con i suoi 13 titoli mondiali nella sua lunghissima carriera.

“È sempre un piacere tornare in Molise e a Campobasso – ha affermato il campionissimo Dante D’Alessandro – Vedo miglioramenti dei ragazzi della scuola bocce del Molise. Ci preoccupiamo di curare i giovani, perché rappresentano il futuro della nostra disciplina sportiva. È nato questo rapporto di collaborazione con la Federbocce Molise e col suo presidente Angelo Spina dal giugno 2018 – ha proseguito il Direttore della Scuola bocce del Molise – Posso dire che, negli ultimi mesi, il Molise ha fatto passi da gigante nell’ambito della disciplina sportiva delle bocce e il movimento sta crescendo dal punto di vista agonistico e organizzativo. Basti pensare a cosa è stato in grado di organizzare la FIB Molise, insieme alla Federazione Italiana Bocce, con il Quadrangolare Internazionale ‘Il Diavolo dei Misteri gioca a bocce’. Un evento che è stato un successo sotto ogni profilo. Il presidente Spina e i suoi collaboratori, inoltre, hanno riavviato anche il discorso giovanile, che rappresenta la base per tutto il movimento sportivo”.

“Dante D’Alessandro rappresenta una garanzia per tutto il nostro movimento e per i genitori che ci hanno affidato i propri figli – le parole del presidente Angelo Spina – I nostri ragazzi stanno crescendo dal punto di vista sportivo, ma anche umano. Hanno fatto gruppo in un anno e mezzo, ovvero da quando abbiamo creato la scuola bocce insieme alla Bocciofila Avis Campobasso. E ci piace vedere come, giocando a bocce, si divertono. I nostri ragazzi sono l’esempio di come, se si entra in un bocciodromo, si sfata l’idea che il nostro sia uno sport per anziani. Anzi, le bocce sono la disciplina sportiva grazie alla quale si realizza il massimo della condivisione, socializzazione e integrazione”.

Dante D’Alessandro, a conclusione del lungo pomeriggio, dopo essere stato impegnato con i ragazzi della scuola bocce, ha tenuto uno stage di allenamento anche con un gruppo di donne. Il movimento in rosa molisano si sta muovendo con le oltre quaranta atlete tesserate e con un cospicuo incremento di nuove giocatrici nell’ultimo anno.

Commenti Facebook