Automobilismo/ Rally del Molise, buoni risultati per la GPR Sport

221

Il Team molisano GPR Sport, tirando le somme della 23esima edizione del Rally del Molise, conclusasi ieri sera, ha certamente di che essere soddisfatto per i risultati ottenuti dai propri piloti in gara. Anzitutto, la conquista della vittoria di classe in R2 da parte del pilota Meo Solitro, insieme al fido ed esperto navigatore Alberto Porzio, ulteriore conferma del talento del pilota viestano anche nelle terre molisane. Merita una particolare menzione l’ottimo debutto del diciottenne pilota termolese Gabriele Recchiuti (neopatentato da soli 15 giorni) che, a bordo di una Renault Clio Williams e navigato dal bravo Luigi Aliberto, si aggiudica la terza piazza della classe N3. Un esordio davvero promettente, assolutamente in linea con la filosofia della scuderia molisana, ovvero di offrire opportunità di affermazione alle nuove leve del motorsport. Seguiremo, dunque, con attenzione anche gli sviluppi futuri di questa nuova e giovane promessa del rally.

Anche l’equipaggio tutto ortonese del pilota Fabrizio Serafini, coadiuvato in abitacolo dalla copilota Sonia Tiberio, alla fine conclude la gara in assoluta scioltezza e senza grosse pretese, a bordo della Peugeot 106 targata DAMIANI Racing.

Unica nota dolente riguarda il pilota Sante Raduano, costretto al ritiro alla seconda Prova Speciale, per noie tecniche alla sua Ford Fiesta. La sfortuna pare davvero accanirsi ultimamente sul bravo pilota garganico e, purtroppo, sempre quando si trova posizionato con lusinghieri tempi in classifica. Peraltro, questa volta si è trovato in diretta e sportiva “competizione” col suo conterraneo e compagno di scuderia Solitro (entrambi in classe R2). Ma siamo comunque certi che nel prossimo futuro Raduano avrà occasione di riscattarsi alla grande.

Tirando le somme, possiamo dire che questo rally “casalingo” ha dato buone soddisfazioni al team molisano GPR, tecnicamente coadiuvato dal team abruzzeseDamiani Racing, mentre nella factory già fervono i preparativi per nuove e sempre più ambiziose sfide.

Ufficio Stampa GPR Sport

Commenti Facebook