Albanese, la medaglia di bronzo ai mondiali King Boxing ospite al Cus Molise

56

Ospite al Cus Molise di una serata dal sapore speciale. Andrea Albanese è stata tra le protagoniste della lezione di autodifesa organizzata dal Sism e dal Cus Molise (nell’ambito della settimana internazionale contro la violenza sulle donne) grazie alla disponibilità del maestro Marco Astorri.

L’atleta molisana (è di Guardiaregia), tesserata per la Fighting Ring Bojano, medaglia di bronzo ai campionati mondiali di kick boxing, ha portato la sua testimonianza alle ragazze presenti mostrando tutte le sue qualità tecniche in un’esibizione con il maestro Marco Astorri. “Sono felice di essere intervenuta in un evento di grande rilevanza – spiega – questa tematica, mi sta molto a cuore essendo anche io una donna e mi auguro di essere riuscita a lasciare qualcosa a tutti coloro che sono intervenuti a questa iniziativa”.

Non capita tutti i giorni di vedere una ragazza arrivare così in alto in uno sport di contatto. I tuoi risultati testimoniano che con lavoro e sacrificio possono esserci enormi soddisfazioni.
“Purtroppo nel Molise non ci sono tante ragazze che praticano kick boxing ma in ambito nazionale abbiamo ottenuto grandi risultati. Nell’ultimo periodo questo sport ha preso sempre più piede anche in ambito femminile”.
Dal punto di vista personale come è stata la tua esperienza ai mondiali?
“Per me si è trattato della seconda convocazione in nazionale. L’azzurro regala sempre grandissime emozioni. Certo, la preparazione è stata dura perché durante l’estate bisogna lavorare intensamente e non puoi permetterti troppe distrazioni. Alla fine, però, conquistare una medaglia in una competizione di livello mondiale è una soddisfazione enorme”.
Partendo da queste due convocazioni dove potrai arrivare?
“Ritengo che questo sia stato soltanto un punto di partenza per me. Continuerò a lavorare duro e ad allenarmi con costanza. L’obiettivo sarà puntare ai mondiali 2019 nelle categorie senior”.
Quanto sacrificio c’è dietro i tuoi risultati?
“Molto. Ci sono lavoro, passione e sacrificio. Settimane intere di allenamento, alimentazione e il giusto svago”.
Consiglieresti ad un ragazzo o ad una ragazza la kick boxing? Se sì perché?
“Assolutamente sì. Fa bene da un punto di vista fisico e poi aiuta molto a disciplinare specialmente i bambini”.

Commenti Facebook