XIX Rassegna “Musica di Corte” anno 2014: si inizia con “Tarantule, Antidoti e Follie”

1088

Ritorna, dopo qualche anno di assenza, la Rassegna di Musica Antica “Musica di Corte” che giunge alla sua diciannovesima edizione. Organizzata dall’Associazione Musique Ancienne ,vede la direzione artistica delle due musiciste fondatrici dell’Associazione Roberta Ranieri e Mariagrazia Liberatoscioli. Due gli appuntamenti musicali della Rassegna che si terranno all’Auditorium dell’ex Gil di Campobasso. L’ente sostenitore dell’evento è la Regione Molise, “Molisè” – Assessorato alla cultura:
Primo appuntamento sabato 8 novembre 2014 – ore 18,00 “Tarantule, Antidoti e Follie” la Taranta tra musica antica e tradizione .

Ensemble Terra d’Otranto

Doriano Longo, violino barocco
Luca Tarantino, chitarra spagnola
Pierluigi Ostuni, tiorba
Roberto Chiga, tamburi a cornice

Il primo concerto, dal titolo “Tarantule, Antidoti e Follie”, è dedicato alla Taranta, tra musica antica e tradizione; l‘Ensemble Terra d’Otranto proporrà un programma molto particolare con la tarantella vista nei diversi periodi storici come Antidotum tarantulae, terapia per la guarigione dei tarantolati.

Curriculum Ensemble “Terra d’Otranto”
L’Ensemble  Terra  d’Otranto è costituito da musicisti professionisti specializzati nella prassi esecutiva della musica tardo-rinascimentale e barocca. I loro studi si sono svolti presso Accademie e Scuole di Musica in Italia, Francia, Belgio e Inghilterra. Tra i maestri che hanno curato la loro formazione vi sono: Sigiswald Kuijken, Enrico Gatti, Maggie Faultless, Jaap Schröder, Rolf Lislevand, Hopkinson Smith, Franco Pavan, Laura Alvini.
Il progetto iniziale del gruppo era quello di far conoscere o riportare alla luce le opere più significative degli autori dell’antica Terra d’Otranto. Nel corso del lavoro di ricerca, tuttavia, i musicisti hanno constatato la necessità di esplorare anche un repertorio popolare, antico o tradizionale, che fra XVI e XVIII secolo caratterizza le espressioni musicali più originali del Salento, con particolare riferimento alle forme di origine terapeutica e rituale.
L’ ETd’O  è  presente nei programmi dei principali festival di musica antica italiani ed europei (Spagna, Portogallo, Belgio, Malta, Grecia, Montenegro); viene  inoltre  invitato  ad esibirsi in occasione di convegni universitari sul periodo barocco e sulle forme musicali terapeutiche e rituali. Diverse sono le produzioni effettuate dal gruppo  con compagnie teatrali pugliesi oltre che con enti ed istituzioni varie, fra cui: Teatro Reale di Cetinje (Montenegro), Astragali Teatro, Teatro Pubblico  Pugliese, Casa  dei  Doganieri, Scena Studio, Provincia  di Lecce,  Città  di Alessano , Facoltà  di  Conservazione  dei  Beni  Culturali  e  Facoltà  di Filologia  Linguistica  dell’ Università  di  Lecce, festival internazionale “Musica Antiqua Perast”, festival internazionale di Musica Antica “Il Montesardo”, Accademia di Belle Arti di Lecce, RAI Radio Televisione Italiana, E.C.CO. Eastern College Consortium (U.S.A.), Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Middlesex University of London. Alcune di queste hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti dalla critica (il cortometraggio “Tarantule, Antidoti e Follie”, prodotto da RAI Due, ha ricevuto la menzione d’onore al festival internazionale di Varsavia sulle produzioni televisive) e dal pubblico (del CD “Mila, Mila Dòdeka”, prodotto nel 2004 da Velut Luna e distribuito dalla rivista Audiophile Sound, sono state distribuite oltre 15.000 copie in Italia e in Svizzera).
L’ETd’O ha effettuato registrazioni discografiche per Salento altra Musica, Velut Luna, Il Manifesto, Orfeo, Audiophile Sound, casa editrice ARGO, Radio Italia, RAI Due TV e Radio

Commenti Facebook