Campobasso/Parte di laboratorio teatrale “Terza classe”

108

Riceviamo e pubblichiamo

COMUNICATO STAMPA

Da Novembre parte il Laboratorio Teatrale della Compagnia Teatrale del Dopolavoro Ferroviario“Terza Classe”

L’Officina dei Semplici”

In premessa occorre subito specificare che non si tratta di una scuola di formazione per aspiranti attori, non abbiamo questa pretesa e neanche lo vogliamo, quindi non ci saranno vere e proprie lezioni di tecnica, dizione respirazione e quant’altro questo avverrà direttamente nel corso dell’allestimento degli spettacoli Il nostro scopo è quello di dare la possibilità a persone di tutte le età di trascorrere proficuamente il proprio tempo libero e trovare momenti di spensieratezza e socializzazione indipendentemente dalla “bravura”. Attore, scenografo, costumista, attrezzista: il ruolo adatto a ciascuno ha poca importanza. Ciò che conta, qui, è la voglia di impegnarsi in un lavoro di squadra, di occupare in modo proficuo il proprio tempo libero, la voglia di divertirsi e la disponibilità a mettersi sempre in gioco. Senza paura e con la giusta dose di autoironia. Lo diceva proprio il grande Eduardo, del resto, che “nella vita gli esami non finiscono mai”. Se poi sono esami che si fanno per pura passione….

Il laboratorio partirà direttamente con la preparazione di veri e propri spettacoli di autori famosi per lo più meridionali sia del passato che contemporanei (Eduardo e Peppino De Filippo, Raffaele Viviani..Pirandello etc)

Parallelamente al laboratorio il Dopolavoro Ferroviario, con lo scopo di avvicinare tutti i cittadini al Teatro, nell’ambito del “Cafè Letterario”, giunto quest’anno alla XVII edizione, si terranno Conferenze proprio sugli autori dei lavori scelti e non.

A supporto tecnico ed organizzativo di questa nuova impresa ci saranno gli “attori”..sempre tra mille virgolette…della Compagnia “Terza Classe” sotto la direzione dell’attore e regista Pierluigi Tortora.

Purtroppo,anche se le prestazioni di tutti gli operatori sono totalmente di carattere volontario ed assolutamente gratuite,non ricevendo alcun contributo o finanziamento pubblico ed essendo dotati di strutture proprie, per far fronte ai costi insopprimibili di gestione per il mantenimento delle strutture del dopolavoro (canoni di locazione, utenze, tasse,tari etc) saremo costretti a richiedere dei contributi mensili, le cosiddette “quote sociali” di almeno € 20.(costi accessibili e ben lontani da quelli di mercato)

Invitiamo i cittadini di tutte le età a partecipare all’incontro con il regista Pierluigi Tortora, che si terrà Lunedì 23 ottobre alle ore 17.00 presso la Sala teatro del Dopolavoro Ferroviario situata all’interno della Stazione Ferroviaria di Campobasso al Binario 1.

Sebastiano Iannone

Commenti

commenti