10mila visitatori al Presepe vivente di Montenero di Bisaccia

408

Si è conclusa nella serata di ieri, con l’arrivo dei Magi sul dorso di tre cammelli, la trentesima edizione del Presepe Vivente di Montenero di Bisaccia.  Una rappresentazione da record, come da tradizione, che ha portato quest’anno presso la zona grotte oltre 10.000 visitatori provenienti da ogni parte d’Italia.  Il Comune di Montenero di Bisaccia e la Pro Loco Frentana hanno compiuto uno sforzo economico ed organizzativo notevole, sostenuto anche per dare il massimo lustro al 50° Anniversario della Regione Molise.

La serata di ieri ha vissuto un altro momento particolare in occasione della visita di  Corrado Ientilucci, presidente dell’Associazione “Most” (cioè Ponte, in croato) di Montemitro. Ientilucci ha reso omaggio al Presepe Vivente portando in dono al Bambinello la “Carta della Fratellanza” tra le minoranze linguistiche di lingua croata e l’intera popolazione della Regione Molise. Il presidente dell’Associazione “Most” ha espresso inoltre parole di vivo apprezzamento, anche a nome dei suoi associati, per la bellezza del Presepe Vivente di Montenero di Bisaccia: “La rappresentazione delle nostre origini e le tradizioni della nostra terra – ha commentato Ientilucci – sono perfettamente rappresentate nel Presepe Vivente di Montenero. Si tratta di un ponte tra passato, presente e futuro che va rafforzato e sostenuto. L’Associazione Most, dal canto suo, si occupa proprio di costruire ponti e rapporti tra comunità ed etnie: il nostro scopo, ad esempio, è quello di promuovere l’edificazione di un ponte tra il Molise e la Croazia, cercando di comprendere le rispettive esigenze degli imprenditori croati e molisani e stimolando nuove idee per una proficua collaborazione”.
Entusiasmo ed apprezzamento sono anche i sentimenti espressi dal sindaco di Montenero di Bisaccia Nicola Travaglini: “Ringrazio il presidente dell’associazione Most Corrado Ientilucci – ha dichiarato il sindaco Nicola Travaglini – per aver accolto il mio invito a visitare il Presepe Vivente e, soprattutto, per aver raccolto l’appello a collaborare al progetto di creazione del Brand Molise e di promozione del partenariato tra Molise e Croazia. Siamo tutti consapevoli del momento storico di grande cambiamento che stiamo vivendo; la crisi economica e finanziaria che ha stretto la sua morsa negli ultimi anni, ha portato a consistenti tagli in tutti i settori dell’economia e, in molti casi, alla perdita della speranza nel futuro. Ma il cambiamento è anche opportunità. E le opportunità di cambiamento si colgono solo facendo rete e lavorando tutti assieme per un obiettivo comune. Ciò che intendiamo portare avanti, quindi, è proprio un metodo di lavoro e di programmazione condiviso, finalizzato alla crescita sociale ed economica di questa realtà territoriale.
Rivolgo infine il mio più sentito ringraziamento alla Regione Molise, al presidente della Pro Loco Frentana Emanuela Manes e al vicepresidente Daniele D’Ascenzo, a tutti i volontari della Pro Loco e a tutti i figuranti per l’eccelso lavoro svolto nell’allestimento e nella rappresentazione delle scene del Presepe Vivente: si tratta di un meraviglioso esempio di come la collaborazione, la disponibilità e l’entusiasmo, possano portare a realizzare imprese straordinarie”.

Commenti Facebook