Visita del Papa. Petraroia: lettera aperta al mondo delle imprese e del lavoro del Molise

765

L’appuntamento all’Università del Molise aprirà la visita di Papa Francesco nella nostra regione attraverso l’incontro con il mondo delle imprese e del lavoro. Un evento emblematico che precede tutti gli altri e che offre alla nostra comunità una straordinaria opportunità per trattare le sofferenze, i patimenti ed i disagi di una periferia penalizzata dalla globalizzazione, e allo stesso tempo si potrà illustrare una progettualità per il futuro di una terra piegata ma non rassegnata, sconfitta ma non vinta.
500 giornalisti provenienti da tutto il mondo seguiranno gli interventi dei molisani che avranno la responsabilità di descrivere la crisi e di tratteggiare la strada del riscatto per rilanciare lo sviluppo di un intero territorio. Questa circostanza specifica che Papa Francesco ha chiesto e voluto per soffermarsi sulle angosce del lavoro che rattristano tanti giovani e troppe famiglie, non ci deve trovare impreparati e a tal proposito segnalo la condivisione unanime delle rappresentanze istituzionali, delle imprese e del lavoro, del percorso per giungere alla stipula di un Accordo di Programma sull’asse di crisi Bojano – Isernia – Venafro a Palazzo Chigi con il Governo Renzi per avere a disposizione 200 milioni di euro per re-industrializzare quel Distretto Produttivo e riassumere i lavoratori della GAM, dell’ITTIERRE e dell’indotto metalmeccanico.
Il 1° luglio scorso la Commissione Regionale Tripartita ha adottato il testo del Patto per il Lavoro e lo ha inoltrato al Ministero dello Sviluppo Economico, al Ministero del Lavoro, al Ministero dell’Economia e al a Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Graziano Delrio.
L’unità d’intenti che si è registrata nella Commissione Regionale Tripartita della Regione Molise sull’Accordo di Programma viene messo a disposizione dei rappresentanti delle imprese e dei lavoratori chiamati ad intervenire il 5 luglio mattina, in modo tale che insieme all’analisi sulle sofferenze ci sia anche l’indicazione di una strada da imboccare per riprendere il cammino del lavoro, dello sviluppo e del benessere nella periferia del Molise.

Commenti Facebook