Sull’autostrada Termoli-San Vittore interviene il Vicepresidente di Confindustria Molise Spinosa

762

spinosa confindustria“Sull’autostrada Termoli -San Vittore – afferma in una nota inviata alla stampa il Vicepresidente di Confindustria Molise con delega alle infrastrutture Gianni Spinosa –  dobbiamo giocarci una partita importante per il Molise a livello nazionale. Se saremo uniti nel non perdere il finanziamento nazionale assegnatoci per il primo lotto dell’opera autostradale, e non altrimenti spendibile perché vincolato a questa ipotesi di investimento, avremo la possibilità di dotare il Molise di una infrastruttura viaria importante per l’intero territorio, da sempre penalizzato per l’isolamento in cui si trova. La nostra posizione – aggiunge Spinosa – è non perdere queste risorse importanti che lo Stato ci destina per la realizzazione del primo lotto autostradale e contemporaneamente rilanciare la posta in gioco, chiedendo la restante somma per completare l’opera.

 Sappiamo bene che avviare i lavori solo per il primo lotto, senza avere certezza su fondi aggiuntivi necessari al suo completamento, sarebbe rischioso dal punto di vista dell’impatto territoriale (e in questo condividiamo la posizione espresse dal Presidente Frattura), ma oggi non possiamo permetterci di rinunciare a quanto già disponibile per il Molise, anche perché sono stati superati tutti gli ostacoli per iniziare immediatamente i lavori. Le nostre imprese hanno un bisogno vitale di lavorare e noi che le rappresentiamo vogliamo tenerle in vita con tutte le nostre forze. Perdere ancora pezzi del tessuto produttivo industriale locale (la lista delle aziende in crisi e di quelle che falliscono è ormai troppo lunga!) vorrebbe dire darci un futuro senza speranza. 
Facciamo, quindi,  appello a tutte le forze politiche che ci rappresentano, dal governo regionale ai nostri rappresentanti molisani in Parlamento, perché comprendano coralmente l’esigenza vitale che abbiamo di risorse provenienti da fuori regione da impegnare nell’economia locale. Risorse che, è bene ricordarlo in ogni occasione, per il 50% per cento sono di imprenditori privati che hanno creduto nella positività della realizzazione di questa arteria. Noi di Confindustria – come ha dichiarato più volte anche il Presidente Mauro Natale – ci batteremo perché il settore industriale continui ad occupare un posto importante nell’economia molisana, mantenendo posti di lavoro e creando ricchezza, ma da soli non possiamo farcela. Non chiediamo, sia chiaro, risorse pubbliche regionali, ma un impegno serio e coerente di chi ci governa affinché quest’opera possa realizzarsi. Sapete bene che paghiamo un livello di tassazione elevatissimo, che cerchiamo di ottemperare a tutti gli obblighi di legge che abbiamo, che lottiamo ogni giorno con la concorrenza dei Paesi emergenti che ci sottraggono quote di mercato sempre più massicce, e che non vogliamo cedere le armi, ma abbiamo bisogno di una classe dirigente e di un territorio che sappia accompagnare le attività d’impresa alla pari delle altre regioni. 
Per questo – conclude nella nota il vicepresidente Spinosa – contiamo sulla lungimiranza dei nostri rappresentanti politici, perché capiscano nel profondo ciò che ci anima oggi. La nostra battaglia perché le nostre imprese abbiano opportunità di lavoro e riescano ancora e a lungo a creare ricchezza e a dare occupazione”.

Commenti Facebook