Soppresso l’istituto Omnicomprensivo di Palata. L’ Amministrazione comunale farà ricorso al TAR

547

sindacopalataIl Sindaco del Comune di Palata, insieme a tutta l’Amministrazione, ai componenti del Consiglio Comunale ed anche a nome di tutta la cittadinanza palatese, annuncia il ricorso per le vie legali al TAR Molise per  far valere e rispettare i diritti dei suoi concittadini e di quelli dei paesi limitrofi, affinchè venga ripristinato l’Istituto Omnicomprensivo di Palata, soppresso dal Consiglio Regionale del Molise nella seduta del 17.12.2013.

Certo il numero diciassette e per giunta di martedì, porta proprio male per la comunità palatese e per i Comuni del comprensorio, con queste parole esordisce il Sindaco del Comune basso molisano Michele Berchicci nel commentare a caldo l’esito della votazione al Consiglio Regionale del Molise il quale ha votato a maggioranza contro l’emendamento che chiedeva il ripristino dell’Istituto Omnicomprensivo di Palata soppresso con delibera del Consiglio Provinciale di Campobasso n. 48 del 04.11.2013 accogliendo in toto un emendamento del Sindaco del Comune di Mafalda il quale chiedeva, ed il Consiglio appunto aveva approvato, che all’Istituto Omnicomprensivo di Montenero di Bisaccia dovevano essere aggregati gli studenti dei plessi delle Scuole di Mafalda e di Tavenna (rispettivamente di n. 117 e 12 alunni iscritti)  già aggregati con il Piano Provinciale proposto  al neo Istituto Comprensivo di Petacciato mentre, gli studenti del plesso scolastico del Comune  di Palata (per un totale di 165 alunni iscritti) doveva essere aggregato a quello di Petacciato.
Piano Scolastico 2014/2016, approvato in via definitiva – con i soli voti della maggioranza – dal Consiglio Regionale nella seduta del 17.12.2013.  Con questo atto afferma il Sindaco del Comune di Palata Michele Berchicci sono state stravolte tutte le decisioni prese in sede di Conferenza Provinciale e disattese le linee guida stabilite dalla Regione Molise con D.G.R. n. 277 del 17.06.2013, le quali prevedevano di rispettare al massimo le esigenze della popolazione scolastica, soprattutto per quanto riguarda il disagio delle distanze dalle sedi delle presidenze – gli utenti del plesso scolastico di Palata e di Montecilfone per raggiungere l’Istituto Comprensivo di Petacciato, con i mezzi pubblici, dovranno impiegare la bellezza di 8 ore di viaggio, in quando, non esistono servizi pubblici diretti di comunicazione con il Comune di Petacciato ma si deve raggiungere prima Termoli per poi poseguire per Petacciato.
Alla luce di quanto sopra descritto, il Sindaco Berchicci ringrazia i Consiglieri Regionali che hanno sottoscritto l’emendamento presentato al Consiglio Regionale del Molise nella seduta del 17.12.2013 e che poi l’hanno sostenuto fino alla votazione, emendamento che prevedeva il ripristino dell’Istituto Omnicomprensivo di Palata  il quale storicamente esiste da anni.
Certo non si può dire la stessa cosa per quei Consiglieri Regionali che vengono a Palata solo per prendere i voti ma poi alla soluzione dei problemi ci debbono pensare gli altri – questo vale soprattutto per i Consiglieri Regionali che hanno votato contro l’emendamento che poteva salvare l’Istituto Omnicomprensivo di Palata.
    Logicamente il Comune di Palata – afferma il Sindaco Berchicci – si è attivato per impostare il ricorso al T.A.R. Molise per far valere le ragioni dell’intera popolazione scolastica che gravita nell’Istituto Omnicomprensivo di Palata, soprattutto per chiedere il rispetto legale delle linee guide dettate dalla Regione Molise  con la citata D.G.R. n. 277/2013.
A breve, insieme a tutti i componenti del Consiglio Comunale, – continua il Sindaco Berchicci – sarà indetta una conferenza per spiegare alla cittadinanza la situazione scolastica nel comprensorio di Palata, a tale conferenza saranno invitati anche i Rappresentanti Regionali che hanno promesso mare e monti in un recente incontro a Palata, ma la cosa è andata a finire in maniera del tutto opposta rispetto alle assicurazioni date in quella sede.

Commenti Facebook