Sel: Terremoto, sicurezza e ricostruzione post-sisma, le istituzioni non abbassino la guardia

415

Dopo le scosse di terremoto che si sono susseguite nelle ultime ore, il coordinatore provinciale di Sinistra Ecologia Libertà, Domenico Piedimonte, torna ad intervenire per sollecitare le istituzioni a non abbassare la guardia e a dare risposte concrete agli abitanti della zona del cratere che oramai da oltre un decennio vivono in grandissime difficoltà. “Le scosse delle ultime ore, avvertite soprattutto nell’area del Matese –ha spiegato Piedimonte- devono farci riflettere per mettere in campo tutte le forze affinché le zone colpite dal terremoto del 2002 tornino finalmente alla normalità. La messa in sicurezza ovvero impalcature in legno e tubi innocenti, oramai obsoleti risalenti al 2002, sarebbero dovuti essere provvisori e servire alla tutela delle persone per eventuali altre scosse ma invece si è arrivati a una situazione permanente davvero indecente.

Qualche settimana fa si è anche sfiorata la tragedia, un uomo infatti ha rischiato di essere travolto da una trave. Occorre dunque provvedere al più presto ad individuare una soluzione sostituendo urgentemente le impalcature obsolete. Ma, pensando alle scosse di queste ore, il nostro partito non può non pensare al problema della prevenzione (per quanto possibile), alla tutela e la salvaguardia del territorio e al tema delle cementificazioni, delle sopraelevazioni e delle costruzioni abusive”. La proposta che Sinistra Ecologia Libertà vuole mettere in campo, per quanto concerne il reperimento dei fondi, è incentrata all’utilizzo del 20% dei proventi dei PEU e PES pubblici, finalizzati proprio per forme di migliorie pubbliche che i comuni hanno a disposizione nelle proprie casse. Nei prossimi giorni gli organismi dirigenti di Sinistra Ecologia Libertà incontreranno il presidente della Giunta regionale, Paolo di Laura Frattura e il consigliere delegato alla ricostruzione, Salvatore Ciocca per fare il punto della situazione e prospettare le idee che il Partito vuole mettere in campo.
Il Coordinatore Provinciale Sel Campobasso
Domenico Piedimonte

Commenti Facebook