Raddoppio ferroviario Termoli – Lesina. Nagni: ribadita la contrarietà

449

nagni idv“È stato un Molise pronto a farsi valere quello che ha partecipato a due diversi incontri, entrambi sul raddoppio ferroviario Termoli – Lesina, il primo presso la sede del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e l’altro presso la sede RFI di Roma. Un Molise che ha dato un’immagine di sé unita e compatta nell’esprimere parere negativo all’attuale progetto elaborato da Italfer che affianca il doppio binario alla costa. Un Molise che, nell’ampio dibattito sviluppatosi durante il tavolo tecnico ieri mattina, ha quasi sorpreso per la sua dura reazione molto in contrasto con quella degli anni scorsi. Un cambio di marcia che non è passato inosservato”. È quanto dichiarato con soddisfazione dall’assessore regionale ai LL.PP. e Trasporti Pierpaolo Nagni.

La nostra richiesta è stata quella di una valutazione di incidenza del tracciato immaginando un affiancamento dei binari all’autostrada A14 anche in territorio molisano. Un intervento che presenta alcune complessità, lo sappiamo – ha sottolineato Nagni – però non mancano neppure nel progetto attuale con la previsione di un viadotto di oltre 2 km. Va quindi accertato se i costi per la variante da noi proposta sono davvero troppo elevati oppure no.

Abbiamo poi ribadito il nostro punto di vista anche nell’ambito dell’incontro con RFI, e con Italfer. A tal proposito l’amministratore delegato di RFI, dott. Elia, ci ha chiesto di ufficializzare la nostra posizione anche attraverso la produzione di una documentazione, che presto provvederemo ad inviargli, immaginando una modifica in variante al progetto attuale e utilizzando lo strumento della prescrizione.

Ragioneremo ora insieme alle comunità interessate per arrivare ad avere una posizione logica e funzionale alle nostre esigenze.

Nell’occasione – ha continuato Nagni – si è poi affrontato il tema dell’elettrificazione della linea ferroviaria Campobasso Roccaravindola con l’ipotesi di concentrare gli sforzi sul primo step che riguarda il tratto che da Roccaravindola arriva ad Isernia .

Su questo punto abbiamo riscontrato una discreta disponibilità da parte di RFI, seppur con la dovuta prudenza rispetto al quadro economico che necessita di una attenta valutazione di alcuni aspetti”

All’incontro con Rfi era presente anche il presidente della giunta Paolo Frattura. Una presenza volta a rafforzare l’impegno che la Regione sta giornalmente rivolgendo al miglioramento del servizio ai cittadini.

Siamo consapevoli – ha dichiarato il presidente Frattura – di muoverci in un clima non troppo favorevole in cui il Molise, con i suoi numeri, fa fatica a farsi valere, ma siamo anche convinti che l’impegno e la tenacia alla fine saranno premiati” .

Commenti Facebook