Proseguono gli incontri informativi avviati nei mesi scorsi dalla Pro loco planisina, presentazione del Programma di Sviluppo Rurale 2014-202

477

Al fine di dare seguito alla serie di incontri informativi, che sono stati organizzati, nei mesi scorsi, a Sant’Elia a Pianisi dalla Pro Loco planisina con l’intento di monitorare quanto più possibile gli obiettivi del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, si terrà domenica 20 dicembre 2015, nella sala multifunzionale del ristorante Twins, sera un’ulteriore riunione tecnica per illustrare nel dettaglio i primi bandi pubblicati sul B.U. straordinario n. 38 del 23 novembre 2015.
Gli organizzatori, con l’occasione, esprimono apprezzamento per i primi soddisfacenti risultati raggiunti e per l’impegno profuso in prima persona dall’assessore regionale, Vittorino Facciolla, e dall’intera Struttura, soprattutto in ragione della rapidità e della professionale competenza che hanno caratterizzato il lavoro svolto.
Come noto, nell’ambito delle attività finalizzate a presentare il sistema di gestione delle domande di aiuto a valere sulle risorse del Programma di Sviluppo Rurale, il Ministero delle Politiche Agricole ed Agroalimentari, nel corso di un incontro tecnico tenutosi con altre regioni ed Agea, ha utilizzato i bandi pubblicati dalla Regione Molise quale prototipo esemplificativo, per un corretto accesso ai finanziamenti contenuti nelle misure.
Nel corso dell’incontro pubblico aperto agli agricoltori, agli operatori del settore e ai cittadini interessati, saranno, dunque, approfonditi i contenuti dei quattro bandi del PSR, di complessivi 23 milioni di euro, destinati ad investimenti e all’insediamento dei giovani. “Con le misure del nuovo PSR, improntato alla cooperazione, alla ricerca, alla modernità ed all’innovazione – spiega l’assessore Facciolla – si vuole andare incontro alle esigenze dei cittadini, ad una crescita improntata sulla biodiversità, qualità della coltura, modernità dell’agricoltura”.
La politica di sviluppo rurale cerca di conservare gli obiettivi strategici di lungo periodo che consistono nel contribuire alla competitività dell’agricoltura, alla gestione sostenibile delle risorse naturali, all’azione per il clima ed allo sviluppo equilibrato delle zone rurali.
Al termine della spiegazione dei bandi, seguirà un dibattito con imprenditori agricoli ed associazioni di categoria, moderato da Maria Saveria Reale.

Commenti Facebook