Piano di dimensionamento scolastico: il Consiglio regionale esegue la sentenza del Tar Molise

1050

Con l’approvazione di un ordine del giorno,  presentato dal consigliere Ioffredi del gruppo politico “Sinistra Ecologia Libertà”, la cui iscrizione e immediata discussione sono state votate alla unanimità,  riguardante l’escalation di violenza a Gaza e in Israele, con il quale il Consiglio Regionale del Molise,  “CONDANNA fermamente azioni militari che colpiscono popolazioni civili e non solo obiettivi militari”, poco prima delle ore 15,00, il Presidente del Consiglio, Vincenzo Niro, ha dichiarato chiusi i lavori della seduta odierna.
Il provvedimento , votato alla UNANIMITA’, dopo un paio di sospensioni che hanno consentito di “mediare” l’originario testo e di produrne uno “assorbente” il primo, a seguito dei vari interventi che si sono registrati in aula (hanno parlato, dopo l’illustrazione di Ioffredi, i consiglieri Iorio, Federico e Parpiglia, ai quali ha fatto seguito la dichiarazione di voto della consigliera Manzo), nel manifestare, tra l’altro,  estrema preoccupazione da parte  del Consiglio per   il protrarsi da troppo tempo di un conflitto che ha prodotto e continua e produrre ferite difficili da rimarginare “FA VOTI affinché la guerra cessi immediatamente ed effettivamente”.
Il Consiglio regionale del Molise, inoltre,  con tale atto “ADERISCE: – al programma nazionale ^100 città^  per la pace in Medio Oriente e alla Rete Europea degli Enti Locali per la pace in Medio Oriente; – alla partecipazione alla marcia Perugia-Assisi per la pace e la fraternità del 19 ottobre2014; – al progetto “Natale di Pace a Betlemme” che prevede l’organizzazione di una Missione di Pace in Medio Oriente dal 20 al 27 dicembre 2014.
In precedenza il Consiglio, in avvio, dopo le consuete comunicazioni del Presidente dell’Assemblea, Niro, su proposta del Consigliere Ioffredi, ha votato, sempre alla UNANIMITA’,con l’astensione del consigliere Sabusco,  la iscrizione e la immediata discussione di  una deliberazione della Giunta Regionale, esaminata dall’apposita commissione, riguardante la modifica del piano di dimensionamento scolastico, di esecuzione di una sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale del Molise che ha annullato, su ricorso della Provincia di Campobasso,  due delibere, riferite al piano stesso e precisamente la n.251 del 17 dicembre 2013 del Consiglio Regionale, nella parte in cui prevede la conservazione dell’istituto omnicomprensivo di Vinchiaturo e la n.20 del 21 gennaio 2014 della Giunta Regionale  nella parte in cui attiva il nuovo indirizzo didattico di “liceo sportivo” per l’anno scolastico 2014-2015 presso il liceo Scientifico “D’Ovidio” di Larino in luogo del Liceo Scientifico “Alfano” di Termoli.
Sul recepimento delle sentenze del TAR Molise sull’argomento, anche  il Consigliere Monaco aveva presentato una mozione che ha ritirato in aula vista la immediata discussione della delibera di esecuzione del provvedimento dei giudici amministrativi.
Sulla problematica ha relazionato la consigliera Nunzia Lattanzio, che rifacendosi alla pronuncia del TAR Molise n.463 del 25 luglio 2014 ha affermato che “la sentenza, pur lasciando nel complesso intatto l’impianto del Piano di dimensionamento, per effetto di caducazione interviene: -annullando la deliberazione del Consiglio regionale n.251 del 17 dicembre 2014 nella parte in cui essa prevede la conservazione dell’Istituto Omnicomprensivo di Vinchiaturo; -annullando la deliberazione di Giunta regionale n.20 del 21 gennaio 2014 che attiva, per l’anno scolastico 2014/2015, il cosiddetto ^liceo sportivo^ presso il Liceo scientifico ^D’Ovidio” di Larino in luogo del Liceo Scientifico ^Alfano^ di Termoli”.
Sul provvedimento, per dichiarazione di voto, sono intervenuti  nell’ordine i consiglieri Manzo, Fusco Perrella, Lattanzio, Monaco,  l’assessore Petraroia, i consiglieri Iorio e Ioffredi e il Presidente della Giunta, Frattura.
Con motivazioni di  tenore  e contenuto diversi, tutti hanno manifestato il proprio parere favorevole al provvedimento che mette in condizione gli organismi scolastici di programmare per tempo il nuovo anno.
Prima della votazione finale, che ha fatto registrare la UNANIMITA’ dei consensi, con la sola astensione del consigliere Sabusco, il Presidente della Giunta, Frattura, ha tenuto a ringraziare “le opposizioni, i commissari della apposita Commissione consiliare e la relatrice”  per aver consentito in tempi rapidissimi lo svolgimento di tutto il procedimento che ha portato all’odierno esito.
Subito dopo l’argomento riguardante le modifiche al piano di dimensionamento scolastico, in esecuzione della sentenza del Tar Molise,  il consigliere del movimento cinque stelle, Federico, ha chiesto la iscrizione e immediata discussione,  di un ordine del giorno “sull’autostrada del Molise”, con il quale si impegna il Presidente della Giunta a –compiere quanto in suo potere per porre fine a tutte le opere incluse quelle di progettazione inerenti la costruzione dell’autostrada del Molise San Vittore-Termoli; -sciogliere la società Autostrada del Molise S.p.A. e recuperarne il capitale sociale versato.
La iscrizione dell’ordine del giorno è stata votata alla UNANIMITA’, mentre è stata respinta la immediata discussione che ha ottenuto i voti favorevoli dei soli consiglieri del movimento cinque stelle, Manzo e Federico. La maggioranza ha votato contro mentre si sono astenuti i consiglieri Fusco Perrella e Monaco. Se ne riparlerà la prossima seduta.
Prima dell’avvio della riunione consiliare, in mattinata, il Presidente del Consiglio, Vincenzo Niro, ha ricevuto alcuni  lavoratori di “Funivie Molise”, recatisi insieme ai colleghi dinanzi la sede del Consiglio per protestare contro la mancata riscossione degli stipendi  che non percepiscono da alcuni mesi.
Unitamente ai lavoratori anche i rappresentanti sindacali della Uil, Mastropaolo e della Faisa-Cisal, Giglio.
Nel promettere il suo impegno per cercare una soluzione alla situazione il Presidente Niro ha comunicato ai presenti che la Giunta Regionale ha già adottato un provvedimento con il quale  sono  stati destinati 200mila euro alla società “Sviluppo Montagna” di cui fa parte “Funivie Molise”, per il soddisfacimento delle pendenze economiche a favore dei lavoratori.
“Entro la fine della settimana – ha detto il Presidente Niro  – la somma sarà a disposizione del tesoriere”.

Commenti Facebook