Musica/ Sabato gli Avion Travel al ‘Loto in privè’

132

Dal loro meraviglioso e ormai classico “Oplà” (la cui immagine di copertina è, oggi, in qualche modo richiamata dalla stessa immagine del Loto Link Festival) al nuovissimo e struggente “Privè” sono passati circa 20 anni, ma il marchio distintivo degli AVION TRAVEL, che hanno fatto della leggerezza e dell’asciuttezza una cifra musicale di valore assoluto, non perde il suo respiro soave e la sua classe.  Una Band che è sempre andata oltre le mode, ponendosi fuori dal tempo, perché, sempre, ha anticipato e interpretato meglio di tanti altri i tempi, senza bisogno di chiasso, frastuono e furbate.  Rivederli insieme sul palco del LOTO, che tutti hanno già frequentato singolarmente, è un onore e una grande emozione, che renderà viva anche e soprattutto la memoria di Fausto, cui abbiamo voluto davvero bene e che, purtroppo, è stato l’unico che non ha fatto in tempo a calcare il palco del nostro teatro.

 Dopo un esordio rock che li porta a vincere, con la canzone “Sorpassando”, il Festival di Sanremo Rock nel 1987, il gruppo pubblica, nel 1990, l’album “Bellosguardo” che segna la loro svolta artistica verso una nuova forma musicale che sarà poi specifica del gruppo. Il gruppo collabora con Lilli Greco (già collaboratore artistico di Paolo Conte, Francesco De Gregori, Antonello Venditti e Gianni Morandi) che li porta a confrontarsi con altre forme artistiche come il cinema e il teatro (un fratello del cantante del gruppo Peppe Servillo, Toni, è regista ed attore). Nel 1993, in seguito all’accordo con Caterina Caselli e con la Sugar, nasce l’album “Oplà”.  Dopo alcuni lavori teatrali e colonne sonore, nel 1998 gli Avion Travel partecipano alla 48ª edizione del Festival di Sanremo nella sezione “Big” con la canzone “Dormi e sogna” che ottiene il Premio della Critica e della Giuria di Qualità (presieduta dal compositore inglese Michael Nyman) come migliore musica e migliore arrangiamento.

 Nel gennaio del 1999 registrano l’album Cirano firmato dal produttore Arto Lindsay, uno dei padri della no wave newyorkese di Sonic Youth e Lydia Lunch, musicista eterodosso, militante negli anni Ottanta in tante formazioni rock-jazz e con all’attivo già storiche collaborazioni con David Byrne, Ryuichi Sakamoto, Caetano Veloso e Marisa Monte. Un personaggio intellettualmente conflittuale, che ha coinvolto gli Avion Travel in un gioco nuovo: quello di coniugare l’armonia e il bel canto di Peppe Servillo con le chitarre elettriche e le tastiere trattate alla sua maniera.

 Dopo fortunati tour italiani ed europei, nel 2000 si presentano nuovamente al Festival di Sanremo con il brano “Sentimento”, conquistando il primo posto e aggiudicandosi, ancora, il Premio Speciale della Giuria di Qualità. Nel dicembre dello stesso anno, pubblicano l’album “Storie d’amore”, un omaggio alla canzone italiana degli anni sessanta. Nell’aprile 2003, in collaborazione con il produttore Pasquale Minieri, esce l’album “Poco mossi gli altri bacini”. Compaiono per la prima volta anche voci femminili: Peppe Servillo duetta con Elisa e Caterina Caselli. In questo album, il brano “Piccolo tormento” è anche colonna sonora del film di Mimmo Calopresti “La felicità non costa niente”, nel quale Peppe Servillo lavora anche come attore. Nel 2004 Peppe Servillo pubblica, insieme a Javier Girotto e Natalio Mangalavite, l’album “L’amico di Cordoba”. Il bisogno di esplorare nuovi orizzonti musicali spinge il gruppo verso progetti molto diversi fra loro: Peppe Servillo si dedica al tour “Aires Tango”; Ferruccio Spinetti inizia il progetto sperimentale di un duo voce/contrabbasso titolato “Musica Nuda” con Petra Magoni; Fausto Mesolella parte in tour assieme al chitarrista Michele Ascolese per il progetto “Chitarre Vagabonde”; Mario Tronco fonda l'”Orchestra di Piazza Vittorio” nella quale entra a farne parte Peppe D’Argenzio.

 Le esperienze e le influenze assorbite in questi anni di progetti “paralleli” spingono il gruppo a tornare in studio dopo tre anni, con una nuova importante sfida: un album di canzoni di Paolo Conte, interpretate da loro stessi e registrate sotto la direzione artistica dello stesso Paolo Conte, che ha anche scritto un brano appositamente per questo album (Il Giudizio di Paride) e interpretato una strofa di Elisir, insieme a Gianna Nannini. Il 14º album intitolato “Danson metropoli – Canzoni di Paolo Conte” viene pubblicato il 26 gennaio 2007 e segna il debutto della nuova formazione degli Avion Travel, che da piccola orchestra si trasformano in quintetto: Peppe Servillo alla voce, Fausto Mesolella alla chitarra, Mimì Ciaramella alla batteria, Ferruccio Spinetti al basso e Flavio D’Ancona alle tastiere.Nella stagione 2007-2008 presentano lo spettacolo Uomini in frac (in quest’occasione accompagnati da altri musicisti: Danilo Rea che si alterna la pianoforte con Rita Marcotulli, Javier Girotto, Furio Di Castri, Gianluca Petrella e Cristiano Calcagnile) in cui eseguono alcune canzoni di Domenico Modugno; lo spettacolo è stato allestito per festeggiare i cinquant’anni di Nel blu dipinto di blu. Il 16 ottobre 2009 viene pubblicato il quindicesimo album, “L’amico magico”, omaggio alle canzoni scritte da Nino Rota per i film di cui aveva curato la colonna sonora; il disco presentato dal vivo su Rai 2 si aggiudica la “Targa Tenco 2010” per il miglior disco nella sezione “Interpreti”.

 Nel mese di giugno 2014 la formazione originaria si riunisce e organizza il “ReTour”. Il comunicato stampa del gruppo recita che “ReTour è un piccolo ritorno condotto senza enfasi e celebrazioni, è la verifica di un’idea di canzoni che ambiscono a durare, non perché hanno scalato le classifiche, ma perché serbano in sé il desiderio e la presunzione di essere sempre attuali, smuovere il cuore e il pensiero, provocare un’assemblea di sensazioni e senso che si ritrovano dopo dieci anni a cominciare da noi Sei…!”. Il 30 marzo 2017 muore, per infarto, il chitarrista Fausto Mesolella. I protagonisti della quarta data del Loto Link Festival sono loro, e noi siamo orgogliosi e felici di ospitarli sul nostro palco.Sabato 13 ottobre, ore 20.30 e domenica 14 ottobre, ore 18.00 Loto Link Festival Avion Travel ‘Al Loto in Privè’ ( Peppe Servillo – voce, Peppe D’Argenzio – fiati, Duilio Gallioto – tastiere, Mario Tronco – tastiere, Ferruccio Spinetti – basso e contrabbasso, Mimi Ciaramella – batteria)

Commenti Facebook