MOLISE “InCANTO” organizza Concerto di beneficenza al Savoia

128

Lunedì 11 dicembre 2017 ore 20:30, al Teatro Savoia di Campobasso, si terrà un concerto di beneficenza, organizzato dall’Associazione MOLISE “InCANTO”. L’evento vedrà protagonisti i ragazzi dell’Ass. “Liberamente Insieme Onlus”, Rete Salute Mentale (CB) che abitano nella Regione Molise, e che da qualche tempo stanno partecipando ad un laboratorio di canto corale diretto dal Maestro Sabina Mascia. La manifestazione sarà arricchita dalla presenza di quattro corali d’eccezione del panorama musicale molisano, che si alterneranno, insieme ai ragazzi, nell’esecuzione dei brani tradizionali del repertorio natalizio: Coro polifonico Cappella Celestiniana – direttore M° Fabio Palumbo, Coro Polifonico di Montagano – direttore M° Giuliano Mariano, Coro Polifonico Jubilate – M° Antonio Colasurdo e Coro dell’Università del Molise – direttore M° Gennaro Continillo. La serata sarà accompagnata dalle musiche del M° Angelo Miele, che suonerà Pianoforte e Bajan. L’intera organizzazione dell’evento è curata dalla dott.ssa Tiziana Martinelli, Presidente dell’Ass. Molise “InCANTO” e il ricavato andrà in beneficenza all’Ass. Liberamente Insieme Onlus, di cui fanno parte i ragazzi. << È da qualche anno>> - racconta Sabina Mascia - << che collaboro con l’Ass. Liberamente Insieme Onlus e ogni martedì ci riuniamo per il nostro laboratorio di musica. É un’esperienza diversa e unica nel suo genere e dai ragazzi ho imparato tanto. La musica ha reso tutto semplice perché ha eliminato quelle difficoltà iniziali di approccio e reso più facile il mio lavoro. I timori e le paure si sono dissolti e ora sono loro che insegnano a me, ogni giorno. Gli alunni sono pieni di allegria, umorismo, mi diverto a interagire con loro e comprendo ogni giorno come i pregiudizi che tutti noi abbiamo siano ingiustificati>> e continua << … la disabilità ha varie forme di manifestazione, ma quella che interessa la psiche è qualcosa di intenso e nascosto, che incute timore e paura in chi non la comprende. I ragazzi sono nostri amici, fratelli, mamme etc. e hanno bisogno di un sostegno, tanto economico quanto morale. Lavorare con loro non può che arricchirci. E poi, molti sono anche dei bravi coristi e chi non lo è si sforza di migliorare. Non vedo differenza tra i ragazzi e tutti gli altri cantori con cui collaboro: qualcuno arriva spesso tardi a lezione, altri si giustificano, altri ancora non hanno voce, sono stanchi. Praticamente delle vere dive e stars. Ma anche questo è il meraviglioso mondo delle corali e loro si sono integrati benissimo nel meccanismo, anche quando correggono me, se qualche volta, commetto qualche errore: ora sono loro i miei Maestri>> << L’Associazione MOLISE “InCANTO” >> - interviene il Presidente Tiziana Martinelli - << come ormai molti sanno, lavora per progetti e questo è uno degli eventi che più ci sta a cuore. Dopo l’esperienza con gli Istituti penitenziari di Campobasso e Larino, che ci ha dato la possibilità di realizzare un laboratorio di musica, abbiamo riflettuto e capito che la Musica è l’unico elemento che unisce tutti, a prescindere dalle proprie difficoltà e abilità. Noi come Associazione, abbiamo inteso scendere in campo, con tutti i mezzi a nostra disposizione, per dare un segno di integrazione e fratellanza. Nello specifico, i pregiudizi di cui si sentono vittima questi ragazzi, solo noi li possiamo abbattere. Con questo evento esclusivo, abbiamo l’opportunità di agire: possiamo far comprendere loro che esistono, che non sono inutili alla società, che non devono sentirsi emarginati, che li rispettiamo, che li stimiamo e approfittiamo anche per fare un po' di beneficenza e regalare loro un Natale più sereno. Abbiamo coinvolto ed invitato tutti: Istituzioni, politici, organi di stampa, gente comune e varie autorità e ci aspettiamo una grande partecipazione, innanzitutto per lo sforzo che questi ragazzi hanno compiuto per imparare e sconfiggere la reticenza e la paura di affrontare un pubblico e un teatro; in secondo luogo, crediamo che la beneficenza vada praticata in concreto e quando se ne ha la possibilità. In questo caso, tutti abbiamo la possibilità di compiere un gesto di generosità: chi non ne approfitta perde una grande occasione di fare qualcosa di buono per sé e per gli altri>>.

Noi dell'Associazione “Liberamente Insieme Onlus”>> conclude Gianpietro Petrone, Presidente dell’Associazione Liberamente Insieme Onlus di Campobasso<<…da circa due anni or sono, abbiamo pensato di costituire un coro canoro che avrebbe avuto la duplice finalità di offrire, durante le prove, una opportunità di integrazione e socializzazione con una valenza formativa forte per i partecipanti e, attraverso degli eventi, uno strumento per poter attirare l'attenzione dei cittadini,per poi sensibilizzarli sulle problematiche relative alle varie patologie psichiatriche. Abbiamo condiviso già con il Maestro Sabina Mascia un evento al Castello Monforte di Campobasso il 28 giugno scorso e,anche se abbiamo avuto condizioni metereologiche non particolarmente favorevoli alla serata,le persone intervenute numerose hanno apprezzato i risultati raggiunti nel canto e la capacità di parlare di “malattia mentale” in tutta libertà ed onestà. L'evento dell'11 dicembre 2017 è per noi anche un motivo di collaborazione con altre Associazioni, in particolare con l'Associazione “Molise Incanto”, alla quale vanno i nostri sentiti ringraziamenti per aver organizzato un evento di beneficenza a nostro favore.

Si tratta di un’occasione che ci consente di ampliare la rete di conoscenze con l'obiettivo di abbattere i pregiudizi che ancora oggi esistono nei confronti di Persone con problemi di Salute Mentale. Il messaggio che intendiamo trasmettere, attraverso la partecipazione all'Evento,è quello che ogni “uomo” ha diritto a vivere la propria vita in modo dignitoso,senza doversi sentire diverso dagli altri anche perché la diversità in natura è causa della molteplicità delle specie,che è prerogativa della meravigliosa armonia della creazione>>.
Invitiamo tutti a partecipare perché con un gesto concreto possiamo donare un sorriso a chi più ne ha bisogno.

Commenti

commenti