Luoghi del Cuore FAI/Per la prima volta il Molise tra i primi dieci posti della classifica nazionale

195

Era il 6 maggio 2020 quando, nel pieno dell’emergenza Coronavirus, il FAI – Fondo Ambiente Italiano dava il via con grande passione civile alla decima edizione de “I Luoghi del Cuore”, promossa in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

L’invito rivolto agli italiani di notevole impatto emotivo, era quello di esprimere l’amore per il proprio Paese in un momento di così grande difficoltà votando i luoghi a loro più cari, quelli di cui avevano sentito fortemente la mancanza nei giorni chiusi in casa e a cui avrebbero voluto assicurare, grazie a questo censimento, tutela e valorizzazione.
La risposta a questa esortazione è stata eccezionale: i voti raccolti fino al 15 dicembre, giorno di chiusura dell’iniziativa, sono stati 2.353.932, il miglior risultato di sempre. Questi risultati mostrano il loro amore per il patrimonio culturale e ambientale che li circonda. E’ stata una partecipazione sorprendente che nell’anno del dramma del Covid-19 si è caricata di significato e ha raccontato un’Italia coesa, vitale e fiera delle proprie bellezze e che guarda al futuro con speranza.

I Luoghi del cuore è un progetto di grande successo, con oltre 9.630.000 voti raccolti dalla prima edizione del 2003 a oggi, in grado di amplificare in modo semplice e diretto il bisogno di essere ascoltati di tantissimi cittadini. Dal censimento si evince che la mappa dei siti amati coinvolge tutto il territorio e stupisce per l’eterogeneità di tipologie votate: dalle chiese alle aree naturali, dai castelli ai borghi, dalle aree archeologiche ai giardini urbani, dalle ferrovie ai ponti. Anche in questa edizione del censimento è andata in scena una perfetta rappresentazione dell’inestimabile ricchezza culturale del nostro Paese.

Al 1° posto della classifica nazionale con 75.586 troviamo la Ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza, al 2° posto con 62.690 voti il Castello di Sammezzano a Reggello (FI) e al 3° posto il Castello di Brescia segnalato da 43.469 persone.

Al 10^ posto nella classifica nazionale e 3^ Nella classifica speciale “Italia sopra i 600 metri”, troviamo il Museo dei Misteri a Campobasso con 21.988 voti.


Inaugurato nel 2006, il Museo dei Misteri è dedicato alle installazioni, dette “Ingegni”, ideate e realizzate da Paolo Saverio di Zinno a metà del Settecento che, da oltre 260 anni, sfilano per le vie di Campobasso nel giorno del Corpus Domini, sorreggendo i bambini travestiti da angeli, Madonne e diavoli. Restano 12 dei 24 misteri originali, commissionati all’artigiano molisano dalle principali confraternite della città, ma anche documenti e oltre 90.000 fotografie catalogate. Il comitato “Associazione Misteri e Tradizioni” si occupa della valorizzazione del Museo.

A sorpresa è stato il Molise, che nelle altre edizioni è stato sempre abbastanza defilato, la regione con più voti in rapporto al numero di abitanti. È la prima volta infatti nella storia del censimento che un luogo molisano si posiziona tra i primi dieci classificati e 4 luoghi superino la soglia del 2000 voti.

In Molise i luoghi del cuore più votati sono:

Museo dei Misteri, Campobasso – 21.988 voti – 10° nella classifica nazionale
Altopiano di Campitello di Sepino, Sepino (CB) – 3.982 voti – 101° nella classifica nazionale Cascate di Carpinone, Carpinone (IS) – 3.736 voti – 112° nella classifica nazionale Complesso monumentale Santa Maria in Casalpiano, Morrone del Sannio (CB) – 2.520 voti – 173° nella classifica nazionale.

Dal 2004 Intesa Sanpaolo affianca il FAI in questa iniziativa a favore della tutela e della valorizzazione delle bellezze artistiche e naturali del Paese, ambito che vede il Gruppo impegnato in prima persona. A questo si aggiunge la capillare diffusione sul territorio italiano che asseconda la presenza ben distribuita della Banca in tutte le regioni italiane.

Il censimento è stato realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

Il Servizio Pubblico, RAI, è da sempre al fianco del FAI. Ma quest’anno la Rai testimonia in modo se possibile ancora più vivo il senso e l’orgoglio di questa collaborazione: in un Paese nel quale la pandemia ci costringe purtroppo a limitare i nostri spostamenti, diventa ancora più essenziale quella “finestra sulla bellezza” che i media Rai sono in condizione di spalancare, portando milioni di cittadini a diretto contatto con i “Luoghi del Cuore” votati in occasione del censimento 2020.

PREMI DEL 10° CENSIMENTO “I LUOGHI DEL CUORE” E PROSSIMI PASSI

Al primo, secondo e terzo luogo classificato del censimento “I Luoghi del Cuore” 2020 – Ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza, Castello e Parco di Sammezzano e Castello di Brescia – saranno messi a disposizione da FAI e Intesa Sanpaolo, solo a fronte della presentazione di un progetto da concordare, contributi di 50.000, 40.000 e 30.000 euro, a cui si aggiungeranno 5.000 euro extra per i due siti che hanno superato 50.000 voti.


Il premio di 20.000 euro in palio per i vincitori delle classifiche speciali Luoghi storici della salute e Italia sopra i 600 metri, verrà assegnato, rispettivamente, all’Ospedale e Chiesa di Ignazio Gardella e all’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone; quest’ultimo lo riceverà al posto della Ferrovia Cuneo-Ventimiglia, poiché in nessun caso i premi sono cumulabili.

Stesso discorso per il premio messo in palio per il luogo che ha ricevuto più voti via web, per il quale il FAI curerà la realizzazione di un video storytelling: il destinatario sarà il Ponte Acquedotto di Gravina, che lo riscuoterà al posto del Castello di Sammezzano.


In più, i referenti dei luoghi che hanno ottenuto almeno 2.000 voti, potranno candidare al FAI, attraverso il bando che verrà lanciato a marzo 2021, una richiesta di recupero o valorizzazione, legata a progetti concreti, attuabili in tempi certi e dotati di un cofinanziamento che assicuri un sostegno reale. Come nelle scorse edizioni, FAI e Intesa Sanpaolo selezioneranno entro novembre i luoghi vincitori.


Il FAI si farà inoltre portavoce di tutte le segnalazioni ricevute e, anche attraverso l’azione capillare delle sue Delegazioni presenti su territorio nazionale, solleciterà le istituzioni preposte affinché diano attenzione ai luoghi, sensibilizzando in particolare i Sindaci di tutti i 6.504 Comuni coinvolti e tutte le Regioni.

La classifica nazionale integrale può essere consultata su www.iluoghidelcuore.it

Commenti Facebook