“Io non sono tua madre”, LABBANDA di scena al Loto

143

Io non sono tua madre è una commedia che si inscrive nel genere grottesco, e cioè una derivazione comica basata su temi drammatici e di grande portata, come la morte, la paura del diverso che poi non è così diverso, la competizione amorosa, l’eterno dualismo dell’animo umano. È la storia di due fratelli, orfani di padre, che tentano di sbarcare il lunario aiutati dalla madre e da qualche lavoro sporadico. Vasco, studente universitario con poca volontà, Stefano lavoratore a progetto con prospettive di precariato a vita, si trovano a dover affrontare l’improvvisa morte della madre, una minuscola eredità e un signore, il nuovo compagno della madre, pronto a truffarli per sottrarre loro anche quella piccolissima dote. Li seguiamo attraverso le disavventure, le banalità, le differenze sostanziali, quasi ideologiche, tra due modi di vedere il mondo, che sono in fondo due universali, le due caratteristiche umane che generano le tensioni e le incomprensioni in tutti i campi. Uno irascibile, intollerante ma puro, l’altro più attento, più politicamente corretto ma più incline a cedere ad ogni compromesso, si combattono in modo fraterno, e sono entrambi lo specchio fedele del paese in cui vivono, della provincia profonda italiana che in fondo regna su ogni aspetto della vita sociale della nazione. E forse l’Italia è proprio la rappresentazione dell’oggetto del loro amore, la bella Katia, che nel finale impartisce loro la lezione morale di cui entrambi hanno bisogno. In un susseguirsi di battute, di giochi di parole, sullo sfondo di un violentissimo videogioco che piace a tutti, in ogni latitudine del mondo, la tragedia e la commedia si rincorrono, si abbracciano, si perdono, in modo che lo spettatore non sia mai abbandonato ai suoi pensieri.

LABBANDA

in

Io non sono tua madre

di

Adelchi Battista

 

regìa di Pippo Venditti

direttore di produzione Gianmaria Spina

con

Pippo Venditti

Barbara Petti

Giuliano Esposito

Luciano Barletta

Andrea Avorgna

 

 

Info Prenotazioni e Prevendite:

 

Biglietto: 15 euro

 

Botteghino Teatro del Loto

327 2352438 – 339 7766634

Piazza Spensieri, Ferrazzano (Cb)

 

Libreria Mondadori

0874413757

Via Pietrunto, Campobasso

 

Associazione Musicale “Il Pentagramma”

3473023863

Via dei Frentani, Bojano (Cb)

 

 

Teatro del LOTO “il più bel piccolo Teatro d’Italia”

P.zza Spensieri 17, 86010 Ferrazzano CB – Italy

+39.335454456 – +39.3333300850 – fax 0874.418533

mail:direzioneartistica@teatrodelloto.it – info@teatrodelloto.it

www.teatrodelloto.it

Commenti Facebook