Giornate FAI d’Autunno, in Molise il percorso guidato alla Diga del Liscione

353

Un weekend in cui soffermare lo sguardo, spesso sfuggente e distratto, sulle bellezze poco conosciute e inaccessibili del nostro Paese, grazie agli itinerari tematici e alle aperture speciali proposti dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in 250 città italiane: l’occasione saranno le Giornate FAI d’Autunno, in programma sabato 13 e domenica 14 ottobre 2018, evento realizzato dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva fino al 31 ottobre.

Da nord a sud della Penisola l’invito è quello di lasciarsi sorprendere dalla ricchezza del patrimonio diffuso italiano, scoprendo con occhi curiosi e da prospettive insolite 660 luoghi in tutte le regioni. Per l’occasione, 3.800 volontari – appartenenti soprattutto ai Gruppi FAI Giovani – accompagneranno gli italiani lungo 150 itinerari a tema, da percorrere liberamente, che vedranno l’apertura di luoghi solitamente non visitabili o poco valorizzati – palazzi, chiese, castelli, aree archeologiche, giardini, architetture industriali, botteghe artigiane, musei, fari ma anche interi quartieri e borghi – raccontati con lo spirito entusiasta che caratterizza i giovani.

Inoltre, in accordo con la campagna #salvalacqua che il FAI promuove per sensibilizzare i cittadini sul valore di questa risorsa preziosa ma sempre più scarsa, quest’anno molti percorsi avranno come fil rouge l’acqua e tra i siti visitabili ci saranno numerosi mulini, dighe, cisterne, acquedotti e depuratori.

All’accesso di ogni bene sarà richiesto un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento – a questi ultimi sarà destinata eccezionalmente la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno dedicate visite esclusive, accessi prioritari ed eventi speciali. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it nel mese di ottobre.

In Molise:
GUARDIALFIERA (CB)
Diga Ponte Liscione e Impianto di Potabilizzazione
In occasione delle Giornate FAI d’Autunno, la delegazione di Campobasso in collaborazione con l’Agenzia Molise Acque ha organizzato un percorso guidato alla Diga del Liscione, un invaso artificiale creato con l’obiettivo di compensare la deviazione dei flussi sorgivi della piana di Boiano sul versante tirrenico per l’alimentazione dell’Acquedotto Campano. La diga, terminata nel 1977, è il maggior serbatoio idrico artificiale della regione. Si allunga da sud-ovest verso nord-est per circa 8 km, occupa un’area di 7,45 km² e raggiunge la sua profondità massima a 57,5 m. Con le acque racchiuse nel serbatoio è possibile irrigare nel Basso Molise una superficie di oltre 20.000 ettari ed effettuare la distribuzione di acqua potabile dei centri e dei territori nei Comuni di Termoli, Campomarino, Portocannone, San Martino in Pensilis, Larino, Ururi e Guglionesi. Il percorso prevede la visita alla parte accessibile della diga e della zona di prelievo dell’acqua che viene convogliata verso l’impianto di potabilizzazione dove viene resa batteriologicamente pura, incolore e insapore.
Apertura: Domenica: 10 – 13 / 14:30 – 17

Commenti Facebook