Decrescita degli acquisti: ribasso del 15-20% . Adoc: necessario liberalizzare i saldi

513

saldi51E’ stato un Natale di crisi  e i saldi ne risentono. L’abbigliamento di media e bassa qualità, così come quello sportivo, subiranno una forte decrescita, con stime intorno al 20% in meno di acquisti rispetto allo scorso anno. Questo perché la presenza di outlet e, soprattutto, la diffusione degli acquisti via web, dove è possibile usufruire di sconti continui durante tutto l’anno, rende il periodo di saldi meno appetibile rispetto al passato. Per questo, l’associazione Adoc Molise ribadisce, come più volte ha fatto, la assoluta necessità di anticipare l’inizio dei saldi invernali e, comunque, di liberalizzare la possibilità di effettuare saldi o offerte promozionali.

Otto negozianti su dieci nelle città e paesi molisani e, parimenti, nelle grandi città come  Napoli, Milano e Roma hanno gia’ avviato i saldi, in anticipo sulla data ufficiale. Si va da chi mette le scritte promozionali in vetrina, a chi si ingegna inviando ai clienti sms, letterine, tessere sconto, fino a chi, molto piu’ semplicemente, abbassa il prezzo al momento dell’acquisto. Numeri destinati ad alzarsi ulteriormente nei prossimi giorni.
Per l’Adoc Molise e il suo presidente Nicola Criscuoli “è la dimostrazione, come abbiamo più volte sostenuto, di quanto sia anacronistico che le regioni debbano ancora fissare ogni anno le date dei saldi invece di lasciarle alla libera scelta di ogni singolo negoziante”. L’associazione di consumatori molisana ha chiesto di mutuare la tradizione americana del ‘Black Friday’, il venerdi’ prenatalizio che apre ufficialmente la stagione dello shopping natalizio nei Paesi anglosassoni. La proposta è stata già accolta da alcune città italiane, ma troppo poche.
 “Come già detto in diverse occasioni, siamo l’unico Paese occidentale a far iniziare la stagione dei saldi col nuovo anno, mentre altrove, dagli Stati Uniti all’Inghilterra, i saldi iniziano a ridosso o subito dopo le festività natalizie. D’altra parte, il fenomeno delle <<vendite promozionali>> non dà alcuna sicurezza ai cittadini e rappresenta una possibile beffa per i consumatori, dato che i saldi devono riguardare solo beni della stagione in corso, mentre per le promozioni questa norma non è applicabile”.
In molti paesi europei, infatti, i saldi sono liberi e non limitati, come accade da noi, a due periodi l’anno precisi e circoscritti. Solo per fare degli esempi, in Francia è possibile comprare tutto l’anno con sconti fino al 60% e negli Stati Uniti sono da tempo istituite giornate di vendita promozionale straordinarie come, appunto, il <<Black Friday>> che negli Stati Uniti rappresenta una salvezza per consumatori e commercianti.
“Già da tempo l’associazione dei consumatori Adoc chiede che questo sia reso possibile anche nel nostro Paese. Pertanto è assolutamente opportuno e necessario modificare la normativa in tema di commercio”.

Associazione dei consumatori Adoc Molise
    
  

Commenti Facebook