Da Campobasso al Kenya: con fare Verde la solidarietà non conosce limiti

415

Fare Verde Campobasso, durante lo scorso periodo natalizio, ha realizzato un’iniziativa di solidarietà a sostegno del progetto “Tra Volo e Scambio”, curato dall’Associazione e Scuola di Parapendio “Le Streghe”, impegnata nel mese di gennaio in una spedizione sportiva e sociale in Kenya. Attraverso un’asta dell’usato, finalizzata al riutilizzo di oggetti e beni in disuso, sono stati raccolti dei fondi e destinati per intero e senza intermediari, alla scuola primaria del villaggio di Kapcakoima, ubicato nella Rift Valley, perla naturalistica e per questo meta della spedizione sportiva. Gli operatori de “Le Streghe”, raggiunta la terra d’Africa, alle finalità sportive hanno quindi voluto affiancare una meritoria attività solidaristica.

In particolare, dopo una prima esperienza di aiuti avviata già nella spedizione dello scorso anno e consistita nell’acquisto del materiale didattico necessario allo studio ed alla salvaguardia delle tradizioni, della lingua e della cultura del Kenya, in questo secondo viaggio hanno voluto contribuire al miglioramento della fatiscente struttura della scuola pubblica primaria di Kapchakoima, una delle più giovani della regione, una scuola libera da
condizionamenti economici e religiosi, e per questo poverissima di risorse di ogni tipo. Forti dell’esperienza maturata dall’impegno messo in campo lo scorso anno e dei legami umani ed affettivi nati con i bambini ed i responsabili della scuola, è stato molto semplice individuare i bisogni da soddisfare ed avviare i lavori per materializzare il nostro contributo. Nello specifico, a seguito di un sopralluogo e sentite le necessità dei responsabili sulle impellenti necessità della struttura, si è deciso di intervenire con la realizzazione di due strutture in muratura da adibire a bagni “veri” per gli alunni, da sempre costretti a soluzioni a dir poco precarie e difficilmente pensabili dalle nostre parti.
Reperiti ed acquisiti tutti i materiali necessari alla costruzione dei bagni (prevalentemente mattoni, lamiere, cemento, pietre e sabbia, tutti di produzione locale a “chilometri zero”) si è quindi dato vita al cantiere di questa piccola “grande” opera; l’entusiasmo per l’iniziativa ha contribuito a reperire mano d’opera gratuita, in una generosa gara di solidarietà che ha evidenziato lo straordinario spirito comunitario della popolazione locale.
Grandissima la felicità e la gratitudine delle famiglie, la cordialità della popolazione locale e la gioia dei molti bambini. Un’emozione che, se non vissuta in prima persona, non può assolutamente essere compresa. Gli escursionisti “volanti” sono così rimpatriati, a fine mese, con la certezza e la soddisfazione di aver realizzato un’opera dal grandissimo valore sociale, solidaristico e comunitario, grazie anche al contributo di quanti hanno voluto condividere l’iniziativa di FARE VERDE a sostegno del progetto “Tra Volo e Scambio dell’associazione “LE STREGHE”.

Commenti Facebook