Cucina e dintorni/ Prodotti tipici, andare oltre le fiere

305

La produzione enogastronimica molisana è stata sempre caratterizzata dalla qualità, dall’utilizzo di ottime materie prime, dalle lavorazioni artigianali e dal rispetto della tradizione, dovuta soprattutto alla composizione delle aziende, in larga parte a conduzione familiare; ma nel cosiddetto villaggio globale questo differenziale, certamente importante, non basta. Si è tentato e si tenta ancora la strada dell’informazione a livello nazionale, sicuramente giusta, ma effettuata con un limite: l’esclusiva partecipazione a fiere e sagre, con la consegna di materiale pubblicitario ed il banchetto di degustazione. Va bene anche questo, ma, come detto, il villaggio è globale, quindi necessita di un variegato sistema di informazione e comunicazione; la fiera è bella, porta gente, ma non comprende l’infinito mondo dei social, quello dell’informazione telematica ed un’utenza che è destinata a diventare numericamente preponderante. Ci vogliono i progetti, presentati dai privati e finanziati dal pubblico e in parte ci sono; ma i tempi di realizzazione sono lunghi, in Molise quasi eterni e le aziende non possono aspettare il dovuto come fosse manna dal cielo.

Servono, a corredo di tutto quanto esposto, iniziative veloci e professionali, interattive ed in grado di collegare le aziende con potenziali clienti in pochissimo tempo. Partendo da queste considerazioni è nato ‘Molise di qualità’, un progetto di valorizzazione del Molise, dei suoi luoghi migliori e delle realtà d’eccellenza presenti sul territorio. Uno sforzo di informazione quotidiano su chi propone alta qualità, rispetto del territorio, delle lavorazioni e delle persone; il tutto inserito in percorsi turistico-naturalistici tali da far conoscere a tutti i luoghi, i monumenti, le aziende e gli eventi, creando sinergie tra tradizione ed innovazione per uno sviluppo che abbia alla base trasparenza e qualità. In poche parole l’eccellenza, che dalle nostre parti esiste ma probabilmente è ancora poco conosciuta. In una regione piccola come la nostra il futuro può passare solo attraverso la valorizzazione delle energie migliori, creando l’elemento distintivo rispetto agli altri e facendolo conoscere a tutti. Sul sito: www.informamolise.com un’apposta sezione (appunto ‘Molise di qualità’) fornirà tutto questo rapidamente e gratuitamente; un lavoro duro che alla fine, ne siamo certi, darà risultati soprattutto alle aziende partecipanti e buoni frutti per il turismo di qualità. LA RICETTA DEL GIORNO. Caponata di prodotti della terra. In padella, con aglio, basilico e rosmarino vanno scottate le melanzane, poi carote e sedano, infine zucchine cipolla, peperoncino e pomodoro. Riporre tutto in teglia ed infornare per pochi minuti; poi condire con olio e aceto balsamico.

Stefano Manocchio

Commenti Facebook