“Come difendersi dal dolore e come fronteggiare il male di vivere?”, tema per la V edizione del Premio Letterario Nazionale DE ANDRÈ

147
Sull’eterno dilemma dell’essere umano: come difendersi dal dolore e come fronteggiare il male di vivere, è il tema scelto per la V edizione del Premio Letterario Nazionale “CRÊUZA DE MÄ, F. DE ANDRÈ” ideato, promosso e organizzato dall’Associazione culturale “Crêuza de mä – Pietracatella”.
Come ogni anno il premio propone componimenti in narrativa e scrittura ispirati ad un’immagine tratta dal repertorio del cantautore genovese, e il leitmotiv della quinta edizione del premio letterario viene dal Disamistade, “Anime Salve” di De Andrè:
(…) dev’esserci un modo di vivere senza dolore (…)
I componimenti saranno selezionati da un comitato scientifico composto da professori e personalità esperte nel campo della poesia e della prosa, che sarà reso noto a breve. Tra i nomi in giuria per questa edizione abbiamo lo scrittore, giornalista e vignettista Vauro Senesi, che ha realizzato un’illustrazione ispirata al premio. Inoltre anche quest’a nno il premio vedrà la partecipazione di una Giuria Popolare che darà una menzione speciale per entrambe le categorie.
PARTECIPAZIONE AL CONCORSO
Il concorso letterario “CRÊUZA DE MÄ, F. DE ANDRÈ” è suddiviso in due categorie di partecipanti, studenti e cittadini italiani, che potranno proporre le opere in due sezioni diverse: poesia e narrativa. La categoria studenti, o giovani, prevede la partecipazione gratuita solo per le scuole secondarie di secondo grado. Tutti gli altri concorrenti dovranno versare la quota di 10 euro per ogni sezione. Se si decide di partecipare a entrambe le sezioni il contributo da versare sarà di 15 euro.
Gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 31 dicembre 2018.
I finalisti verranno avvisati entro il 31 maggio 2019.
I PREMI
Alla categoria adulti premi in denaro. Ad entrambi i vincitori delle sezioni, poesia e narrativa, andranno rispettivamente 300 euro al I classificato, 100 euro al II e al III classificato. Oltre ad attestato e targa per tutti i partecipanti.
Alla categoria studenti un buono acquisti libri, una targa e un attestato di partecipazione (per il primo, secondo e terzo posto di entrambe le sezioni).
Il progetto, nato nel 2014 da un’idea di alcuni cittadini di Pietracatella (Cb), ha visto nella prima edizione pervenire oltre 80 elaborati, nella seconda quasi 140, nella terza oltre 120 e nella quarta oltre 140 componimenti provenienti da quasi da tutto il territorio nazionale.
Al concorso, organizzato dall’Associazione culturale “Crêuza de mä – Pietracatella”, con il patrocinio morale per la manifestazione finale della Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus, il patrocinio del Premio De Andé “Parlare Musica”, della Regione Molise, della Provincia di Campobasso, hanno partecipato l’Istituto di Istruzione Superiore M. Pagano di Campobasso (del Liceo Scientifico “G. Galilei” di Riccia), la Scuola Primaria e Secondaria di Pietracatella, l’Istituto Comprensivo di S. Elia a Pianisi, con la collaborazione della Pro Loco “Pietramurata” e della Fondazione Molise Cultura, dell’Università degli Studi del Molise, di Legambiente Cultura e Formazione, il Teatro del Loto.
Attraverso questo premio letterario che di anno in anno aumenta la varietà di componimenti in prosa e poesia ispirati ai valori ed alle immagini evocate dalle canzoni di Fabrizio De Andrè come testimonianza di una riflessione sociale e storica ancora viva, sono diversi gli obiettivi del progetto proposti dall’Associazione culturale “Crêuza de mä – Pietracatella” tra cui:
· favorire il pensiero creativo delle giovani generazioni, attraverso percorsi di esplorazione e sperimentazione delle proprie capacità espressive;
· promuovere e valorizzare la poesia e la narrativa di qualità e di rafforzare il senso di appartenenza al proprio territorio, pur nella pluralità delle espressioni culturali;
· favorire progetti didattici nelle scuole e promozione del territorio attraverso il premio;
· offrire forme di condivisione, confronto, e arricchimento tra i partner e tutte le realtà istituzionali e private coinvolte
Per informazioni e modalità di partecipazione consultare il sito:
Commenti Facebook