Sospensione navette dal Terminal bus di Campobasso, 37 sindaci si mobilitano

697

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma di 37 sindaci, con portavoce Alessandro Amoroso, primo cittadino di Petrella Tifernina, in merito alla sospensione delle navette dal Terminal bus di Campobasso, in coincidenza con la riapertura delle scuole del capoluogo. La richiesta è stata inoltrata al sindaco e Presidente della Provincia di CB,  all’ assessore alla mobilità del Comune di Campobasso, al Prefetto, Al Governatore Toma e all’Assessore regionale ai trasporti.

Il sottoscritto Alessandro AMOROSO, Sindaco pro tempore del Comune di Petrella
Tifernina, in nome e per conto anche dei sindaci dei comuni di : Baranello, Busso, Campochiaro, Campodipietra, Casacalenda, Casalciprano, Castellino del Biferno, Castelmauro, Castropignano, Cercemaggiore, Cercepiccola, Civitacampomarano, Gambatesa, Gildone, Guardialfiera, Guardiaregia, Jelsi, Limosano, Macchia Valfortore, Matrice, Montagano, Oratino, Pietracupa, Ripalimosani, Roccavivara, Rotello, San Biase, San Giovanni in Galdo, Santa Croce di Magliano, Sant’Angelo Limosano,Sant’Elena Sannita, Sant’Elia a Pianisi, Sepino, Spinete , Toro e Vinchiaturo;

dopo aver appreso dagli organi di stampa, a pochi giorni dell’inizio dell’anno scolastico che, nella città di Campobasso, dal 13 settembre pv., sarà sospeso il trasporto pubblico urbano dal Terminal degli autobus alle varie scuole, all’ospedale Cardarelli ed alla fondazione”G. . Paolo II”
preoccupato
per il grave disagio che comporterà l’inaccettabile sospensione del servizio di trasporto alla gran numero di pendolari, soprattutto per gli studenti e per gli anziani obbligati a raggiungere i luoghi di cura,
chiede
nelle more della risoluzione delle varie problematiche tecniche e di competenze, di REVOCARE IL PROVVEDIMENTO DI SOSPENSIONE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO in argomento.
Qualora, la richiesta non dovesse essere accolta, chiede un incontro urgente, chiarificatore, sulle motivazioni che hanno indotto ad adottare un provvedimento drastico che penalizza fortemente buona parte della popolazione viaggiante.

Commenti Facebook