Sanità/ Incompatibilità: Toma è fuori, ma il commissario non c’è

342

Risolto il giallo dell’incompatibilità tra commissario ad acta per il Piano di rientro del debito sanitario e la figura di presidente della Giunta regionale. Il Presidente della Repubblica, a cui compete la firma dell’ammissibilità del decreto prima della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ha stralciato proprio l’art.45, non ritenendo che vi sia il carattere d’urgenza per inserirlo in un decreto riguardante altra materia. Il decreto legge per la ricostruzione di Genova è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ed è entrato in vigore oggi 29 settembre.

Forse adesso si userà la strada, ben più lunga, della proposta di legge per sancire l’incompatibilità di cariche.

Resta il dubbio che in sede ministeriale si decida di nominare Toma per quell’incarico; ora si rischia di creare per il Molise una ‘vacatio’ decisamente poco opportuna.

Il presidente della Regione difficilmente diventerà il commissario ad acta e per il momento non ne verrà nominato uno provvisorio.

Vedremo gli sviluppi e le decisioni governative; ne va del futuro della sanità e forse del Molise intero.

Stefano Manocchio

Commenti Facebook