Sanità e Commissario, parlamentari M5S: Toma non sarà nominato, se ne faccia una ragione

199

“Nell’attesa che venga ripristinata la norma sull’incompatibilità per i presidenti di Regione di essere nominati commissari ad acta in ambito sanitario, ricordiamo un paio di aspetti al governatore Donato Toma. Il primo: visto che ripete come un mantra l’importanza dell’appoggio alla sua nomina a Commissario da parte della Conferenza delle Regioni, gli ricordiamo che nel luglio del 2014 è stata sancita l’intesa in Conferenza Stato-Regioni riguardo il Patto della Salute che all’articolo 12 indica la ‘ revisione della disciplina relativa al regime di compatibilità e al ruolo dei Commissari ad acta, prevedendo l’incompatibilità con l’affidamento di incarichi istituzionali’.
Quindi, a quanto pare, (e veniamo al secondo aspetto) sia il MoVimento 5 Stelle sia la Conferenza delle Regioni sia il Ministro della Salute, Giulia Grillo, sono per l’incompatibilità tra i ruoli di Commissario e Governatore.
Il presidente continua a personalizzare una battaglia che personale non può essere. Lo sfacelo creato in sanità dalla politica, prima con il centrodestra e poi con il centrosinistra, ci impone un cambio di strategia e questa strategia non prevede che l’attuale Governatore sia Commissario alla Sanità”. Questa la nota stampa sdei parlamentari del M5S Molise.

Commenti Facebook