Raccolta differenziata, 25 milioni per il progetto. Frattura e Facciolla: operazione culturale non più rinviabile

402

frattfacciollLa raccolta differenziata non solo operazione culturale sentita come impegno civico-ambientale, ma anche operazione sostenibile economicamente per tutti i comuni del territorio molisano. Si alza l’attenzione per l’ambiente con premialità garantite in riferimento al cittadino virtuoso e all’amministrazione in grado di seguire, monitorare e agevolare l’etica abitudine.Stamani in Regione con amministratori e tecnici comunali le conclusioni della prima fase di confronto e condivisione per la costruzione del grande progetto sui rifiuti necessario all’ambiente, all’economia e anche alla società.A illustrare novità e risultati possibili con dati, cifre e modalità di intervento per innovazione e qualità, il governatore Paolo di Laura Frattura e l’assessore all’ambiente Vittorino Facciolla.

“Un’opportunità unica”, il commento sentito di entrambi.“Anche per la raccolta differenziata mettiamo in piedi – la premessa del presidente Frattura –, una diversa organizzazione dei rapporti. La Regione interviene da un punto di vista finanziario accompagnando gli investimenti necessari, ma soprattutto la Regione interviene con l’intenzione di premiare su indicatori e dati certi la qualità del lavoro svolto da ciascuna amministrazione comunale attraverso un sano cambio di registro nell’assegnazione delle risorse”.Con uno stanziamento complessivo di 25 milioni di euro, la Regione Molise, dunque, affianca le amministrazioni comunali nella generale revisione delle candidature già avanzate e predisposte per l’avvio della raccolta differenziata, attraverso l’utilizzo dei fondi a disposizione di Pit, Pisu e Pai.“Chiediamo a tutti – l’appello dell’assessore Facciolla –, uno sforzo congiunto per dare avvio da subito a una raccolta differenziata che sia sì rispettosa dell’ambiente ma anche sostenibile in termini di spesa per comuni e cittadini. Abbiamo trovato altri 10 milioni di risorse, che, affiancate ai 12 milioni già accantonati con gli strumenti di programmazione integrata territoriale, ci consentiranno di spingere l’acceleratore per il raggiungimento di un traguardo non più rinviabile. Tali risorse saranno disponibili in tempi brevi”.In fase di realizzazione, inoltre, un ulteriore intervento sull’impianto pubblico di Montagano, con il riconoscimento della Regione di 2,5 milioni di euro da aggiungere ai 7,5 stanziati dalla Comunità montana locale. “Con questo intervento – ha spiegato Facciolla –, saremo nelle condizioni di abbassare il costo del conferimento in discarica a partire dal prossimo gennaio, a beneficio delle casse comunali e soprattutto dei nostri cittadini”.“La nostra idea – ha rimarcato il presidente –, di premiare la qualità del lavoro della singola amministrazione e della singola collettività, con una incentivazione mirata per innovazione e qualità del servizio, è un modo sicuramente diverso per dare riscontro alle esigenze di tutti i nostri cittadini facendoli sentire protagonisti delle scelte compiute e delle ricadute positive, in termini ambientali ed economici, che queste scelte avranno sui propri territori. Con la raccolta differenziata in tutto il nostro Molise recuperiamo un gap culturale troppo a lungo trascurato in passato”.  “Attraverso una organizzazione basata su dati e indicatori certi, oggi per i rifiuti, domani per tutto il resto – la conclusione di Paolo Frattura –, con l’intenzione di trasferire somme nel momento in cui si siglano accordi, saremo nelle condizioni di premiare il cittadino più attento con l’amministrazione che più è stata in grado di seguire il cittadino virtuoso”.

Commenti Facebook