“Prima gli Italiani, dalle parole ai fatti”, alla manifestazione della Lega a Roma due pulman dal Molise

118

“Prima gli Italiani, dalle parole ai fatti”, questo lo slogan della manifestazione indetta in Piazza del Popolo, a Roma, il prossimo 8 dicembre dalla Lega. I militanti del partito, i simpatizzanti e i sostenitori tutti sono stati invitati da Salvini a partecipare a questa grande manifestazione che vedrà unito il popolo della Lega, da nord a sud, per ribadire con fermezza quelle idee che hanno portato la Lega a essere il primo partito d’Italia che, ad oggi, supera in ogni sondaggio ampiamente i 32 punti percentuali.

Il successo e la fiducia del partito sono nettamente aumentati grazie all’operato dei suoi rappresentanti nelle istituzioni che hanno dimostrato come si possa cambiare rotta al paese e come si possa passare dalle parole ai fatti, ovvero dalle promesse fatte in campagna elettorale alle leggi e ai decreti.

Proprio l’approvazione del Decreto Salvini (il 27 novembre scorso) ha affermato due concetti fondamentali: il primo conferma che il governo Lega non lascerà inattesi i temi fondamentali che ha portato avanti durante la campagna elettorale (tra cui sicurezza, lotta all’immigrazione clandestina, riforma del fisco, riforma delle pensioni, quota 100…); il secondo consolida il fatto che la Lega si mostra come forza leale di governo, continuando il suo operato e mantenendo fede alla parola data agli Italiani. Siamo dunque davanti a una forza prorompente e inarrestabile che sicuramente crescerà nel tempo e che rafforzerà sempre di più la sua presenza nelle istituzioni tutte, da nord a sud.

Per tutti i militanti e sostenitori della Lega e di Matteo Salvini in Molise che vogliano partecipare alla manifestazione dell’8 dicembre a Roma sono almeno due i pullman organizzati, uno da Termoli che passerà anche per Isernia e Venafro e uno da Campobasso. Sono disponibili ancora pochissimi posti, per prenotare visitare la pagina facebook “Lega, Salvini Premier Molise”, dove si potranno trovare i contatti telefonici.

Commenti Facebook