Molise per Civati : Il 16 febbraio segnerà la svolta verso la rinascita del PD

445

Continuano gli incontri sul territorio del coordinamento Molise per Civati in vista del rinnovo della segreteria regionale del Partito Democratico a sostegno di Micaela Fanelli candidato segretario. Stiamo vivendo entusiasmanti assemblee con iscritti e tesserati dalle quali prendono corpo idee e proposte; un vissuto di donne, giovani, persone comuni, ex tesserati, che la dirigenza uscente ha colpevolmente e volutamente allontanato dalla vita democratica. Sta finalmente riemergendo in tutto il territorio molisano quella partecipazione “dal basso”, vero DNA della cultura di sinistra, che ritrova nel programma civatiano una possibilità di attuazione concreta.

E nonostante il particolare momento storico e le difficoltà che gli stessi partiti attraversano, vediamo rinascere una fermezza, ogni giorno più determinata, che si propone di sostituire il “tiro al bersaglio” con gli obiettivi comuni da raggiungere, il linguaggio politichese più retrivo e stentato con la dialettica lineare, il rancore con l’ascolto, il vuoto dei contenuti con la concretezza programmatica.Finalmente il Partito Democratico sta ritrovando la partecipazione attiva che rappresenta il valore essenziale della tradizione democratica di sinistra. Per esempio, l’On Leva, segretario regionale uscente, impegnato in questi ultimi anni a trovarsi una via per sé, non certo si sarà accorto che il Molise vanta fior di sindaci e di amministratori che quotidianamente affrontano i problemi reali al fianco dei cittadini.Per esempio, l’On Leva, che adesso sostiene Laura Venittelli, non si è mai adoperato affinché il Partito Democratico svolgesse il ruolo di elaboratore di proposte nell’interesse comune e non già, come invece ha sapientemente eseguito, un modello di organizzazione telecomandata.Ma, in fondo, la loro idea politica, conservatrice e reazionaria, proviene da molto lontano, molto più lontano della tragica esperienza dei 101. La trasversalità come surrogato della militanza. In questi giorni di incontri, il tema del lavoro è l’argomento che occupa la gran parte dei ragionamenti. L’impegno del coordinamento Molise per Civati è spingere le scelte amministrative verso produzioni a più alto contenuto di lavoro qualificato. Riteniamo che per rilanciare il Molise diventa strategico puntare verso quei beni e servizi difficilmente replicabili. Così come è necessario puntare verso quei processi legati alla sostenibilità che collocano al centro l’uomo e la salvaguardia dell’ambiente.Argomenti che la sinistra ha sempre proposto con competenza e che continuamente riesce ad attuare con amministratori capaci. Il 16 febbraio segnerà la svolta verso la rinascita di un Partito Democratico aperto e attento.Molise per Civati e l’area Renzi, a sostegno del ticket Micaela Fanelli-Michele Di Giglio, si battono per ridare certezza al Molise. 
Comitato Molise per Civati

Commenti Facebook