Legge editoria: passano le modifiche, ora la legge all’attenzione del Consiglio regionale

200

Nel corso della IV Commissione consiliare, in discussione la proposta di legge numero 74, d’iniziativa della Giunta regionale, concernente le “Modifiche alla legge regionale n.11 del 20 maggio 2015 “Disciplina del sostegno dell’editoria locale”. Le modifiche riconoscono e garantiscono il pluralismo nell’informazione locale quale promotore di crescita sociale e culturale oltre a promuovere il sistema d’informazione locale quale diffusore di conoscenza della realtà territoriale regionale.
La Pdl in essere passa con i voti favorevoli dei consiglieri Calenda, Matteo e Pallante, mentre si sono astenuti i due consiglieri Manzo e Primiani.
La relatrice della Pdl, la Consigliera regionale Paola Matteo ha presentato anche un emendamento approvato dalla Commissione che mira a garantire un ulteriore sostegno agli editori.

“Un sostegno diretto – motivano le consigliere Calenda e Matteo – a dimostrare ancora una volta la volontà di contribuire in modo deciso alla nostra editoria, in grande difficoltà in questo particolare momento storico. Le modifiche licenziate dalla IV Commissione vanno a rimarcare la volontà, espressa dal Presidente Toma, ovvero che il sostegno all’editoria locale è condizione imprescindibile per avere un’informazione libera e plurale che svolge un ruolo determinante nella crescita dei nostri concittadini. Esprimiamo piena soddisfazione – concludono le due Consigliere regionali – per i lavori svolti in Commissione”.

Ora la proposta di legge passa all’attenzione del Consiglio regionale per le determinazioni conclusive.

Commenti Facebook