Il 16 febbraio si procederà al rinnovo della Segreteria Regionale Pd.

515

foto pdLa Direzione del Partito Democratico, riunitasi il 16 gennaio 2014, ha fissato per il prossimo 16 febbraio il giorno delle elezioni per il rinnovo delle Segreterie Regionali del Partito Democratico. Nella circostanza è stato anche approvato il regolamento appunto per le procedure di elezione dei Segretari e delle Assemblee regionali. Prossimo step, affidato alla Direzione regionale l’approvazione, entro il 22 gennaio 2014, del Regolamento regionale per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea regionale nel quale devono essere stabiliti, salvo quanto previsto dal presente Regolamento, i tempi e le modalità di formazione e svolgimento della Convenzione regionale eletta nell’ambito delle riunioni di Circolo ed il numero dei componenti l’Assemblea regionale che saranno eletti nelle primarie aperte e suddivisi per Collegio.

I Collegi saranno gli stessi utilizzati in occasione delle Primarie del 8 dicembre 2013 per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea nazionale. Queste alcune tra le norme che sono state stabilite nell’ultima riunione della Direzione nazionale: entro le ore 20 del 25 gennaio 2014 devono essere depositate presso la Commissione regionale le candidature alla Segreteria regionale e le relative linee politico-programmatiche. Tutte le candidature devono essere sottoscritte da almeno il 10% dei componenti dell’Assemblea regionale uscente, oppure da un numero di iscritti compreso tra 150 e 500, distribuiti in almeno la metà delle federazioni provinciali presenti nella regione. Durante l’esercizio del loro mandato istituzionale non sono candidabili alla carica di Segretario regionale: i Presidenti di regione e dei Consigli regionali, gli Assessori regionali, i Presidenti di provincia, i Sindaci delle città capoluogo di regione e di provincia. Potranno partecipare al voto per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea regionale tutte le elettrici e gli elettori che, al momento del voto dichiarino di riconoscersi nella proposta politica del Partito, di sostenerlo alle elezioni, e accettino di essere registrate nell’Albo pubblico delle elettrici e degli elettori. La Commissione regionale predisporrà il modello per la registrazione degli elettori.Qualora possibile, si utilizzeranno i registri degli elettori delle Primarie del 8 dicembre 2013, aggiungendo i nuovi eventuali elettori che dovessero presentarsi ai seggi il giorno del voto.Ogni elettrice ed elettore, per poter esprimere il proprio voto, è tenuta/o a devolvere un contributo di due euro destinato al territorio. Gli iscritti al Partito Democratico, in regola col tesseramento, non sono tenuti al versamento del contributo di due euro, e sono automaticamente iscritti all’Albo delle elettrici e degli elettori.L’elettrice/elettore esprime il suo voto tracciando un unico segno su una delle liste di candidati all’Assemblea regionale.                                                                                    Dunque, da oggi la “battaglia” per l’elezione del nuovo Segretario che sostituirà Danilo Leva è ufficialmente aperta e vedrà la contrapposizione tra le due aree più rappresentative che all’interno del Pd locale campeggiano: quella renziana che vede schierare tra gli altri Frattura, Fanelli, Facciolla e Totaro e quella “conservatrice” rappresentata da Ruta, Leva, Petraroia e Battista. Le danze sono aperte e siamo certi che si assisterà a più di un casquè.

Commenti Facebook