Elezioni Europee: i candidati molisani

5163

Le prossime elezioni del Parlamento europeo si terranno in tutti gli Stati membri dell’Unione europea fra il 23 e il 26 maggio 2019, con calendario variabile a seconda dei Paesi. In Italia si voterà domenica 26 maggio.


Le urne saranno aperte domenica 26 maggio 2019, dalle ore 7 alle ore 23. Ai fini delle votazioni, l’Italia viene divisa in cinque circoscrizioni elettorali: Nord-occidentale (circ. I), nord-orientale (circ. II), centrale (circ. III), meridionale (circ. IV), insulare (circ. V).


Elezioni europee 2019: la guida al voto | Quando si vota e chi votare
Possono votare tutti i cittadini cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del proprio Comune che avranno compiuto il 18° anno di età entro il 26 maggio 2019. Sono elettori anche i cittadini degli altri Paesi membri dell’Unione europea che, a seguito di formale richiesta, abbiano ottenuto l’iscrizione nell’apposita lista elettorale del comune italiano di residenza.


Ogni lista deve comprendere un numero di candidati che abbiano compiuto 25 anni di età nel giorno fissato per le elezioni non inferiore a tre e non superiore al numero dei membri del Parlamento europeo assegnati alla circoscrizione.


L’Italia per l’occasione verrà divisa in cinque circoscrizioni:
-Italia Nord-Est: Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna
-Italia Nord-Ovest: Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria
-Italia Centrale: Toscana, Lazio, Umbria, Marche
-Italia Sud: Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria
– Italia Isole: Sicilia, Sardegna
In totale l’Italia andrà a eleggere 76 deputati, saranno 73 così ripartiti tra le cinque circoscrizioni:
Nord-Est: 20 deputati
Nord-Ovest: 14 deputati
Centro: 14 deputati
Sud: 17 deputati
Isole: 8 deputati


Sono 17 le liste di candidati alle elezioni europee presentate all’Ufficio elettorale della Corte d’Appello di Napoli per la circoscrizione Italia Meridionale (che comprende le regioni Campania, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria). Due le liste al momento escluse: quella dei “Gilet Arancioni” e del “Popolo delle Partite Iva”. In entrambi i casi non è stato accertato un collegamento con un gruppo parlamentare uscente, circostanza che renderebbe necessaria la presentazione di 30mila sottoscrizioni.
Le liste ammesse sono 15: Partito comunista, Popolari per l’Italia, Partito democratico, Lega e La Sinistra presentate ieri, Partito Pirata, Più Europa, Popolo della Famiglia, Partito Animalista, Casapound, Europa Verde, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle.


Come si vota
Il voto di lista si esprime tracciando un segno X sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta; è possibile esprimere da uno a tre voti di preferenza per candidati compresi nella lista votata. Nel caso di più preferenze espresse, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza. I voti si esprimono scrivendo, nelle apposite righe tracciate a fianco del contrassegno della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti compresi nella lista medesima; in caso di identità di cognome fra più candidati, si deve scrivere sempre il nome e il cognome e, se occorre, la data e il luogo di nascita.


Per quanto riguarda il Molise, di seguito i candidati:

  • La Sinistra candida l’isernina Sara Ferri, già candidata con Sinistra Ecologia e Libertà alle scorse Regionali.
  • Il PD candida una giovane agnonese Caterina Cerroni.
  • Il M5S candida l’isernina Stefania Gentile
  • Forza Italia sceglie la continuità con l’attuale Parlamentare Europeo Aldo Patriciello, in carica in Parlamento dal 2009.
  • La Lega Salvini sceglie di candidare l’isernino Luigi Antonio Petroni
Commenti Facebook