Cocomazzi: “ Il rilancio del turismo passa per il brand della Riviera Molisana”

1290

ass cocomazziDal cartellone estivo a quello natalizio, passando per i progetti di rilancio economico-turistico della cittadina adriatica,  ne abbiamo parlato con Michele Cocomazzi, Assessore al Turismo del Comune di Termoli.
Assessore Cocomazzi intanto partirei da un resoconto delle attività estive, visto che in Molise il cartellone termolese è stato il riferimento molisano per il divertimento.
“ Posso dire con soddisfazione, senza nulla togliere ad altre realtà, che il nostro è stato un bilancio di attività estive a dir poco straordinario, non solo per la caratura di artisti come  Biondi, Vinicio Capossella, o De Gregori per citarne alcuni, di notevole importanza, ma anche come bilancio di presenze di pubblico.

C’è anche un altro aspetto positivo da non sottovalutare, tutto ciò che è stato organizzato è stato condiviso con le associazioni e le attività cittadine, un’azione sinergica delle attività culturali, associative ed artistiche della città che ha fatto la differenza. E’ doveroso citare anche una mostra contemporanea con la presenza del maestro Achille Pace, in concomitanza del suo novantesimo anno di età. Momenti particolari di elevato spessore culturale”.
Questi eventi messi in campo segnano l’attenzione dell’Amministrazione verso una ripresa turistica della città?
Si, in effetti è stato un trampolino di lancio,  verso una progettazione strategica del turismo che stiamo ponendo in essere. Ci siamo mossi subito dopo l’estate con l’individuazione  di un tecnico, un consulente che è il professor Angelo Presenza, docente di strategia del turismo all’Università di Chieti, con cui stiamo pensando proprio ad una progettualità turistica per Termoli. Un primo passo è la certificazione di Termoli tra la rete delle città nazionali ed internazionali  “Slow”, che ci siamo visti attribuire proprio lo scorso novembre. Vogliamo rilanciare una città che sappia accogliere ma soprattutto dove l’accoglienza parte dagli addetti ai lavori ma poi passi anche per i cittadini. Pensiamo che Termoli è una città a vocazione di Turismo di nicchia, dobbiamo valorizzare il borgo, le attività artigianali ed artistiche”.
Quindi per il turismo avete progetti futuri?
“Certamente, un’azione importante è quella di creare un brand turistico che non sia solo cittadino ma della riviera molisana. Stiamo per sottoscrivere un protocollo d’Intesa con le quattro città del litorale adriatico regionale, Termoli, Petacciato, Montenero e Campomarino.  Un marchio che sarà denominato Riviera Molisana”.
Non solo estate ma anche Natale. A Termoli ci saranno eventi per adulti e bambini.
Ha preso il via sabato 14 dicembre la manifestazione“Natale a Termoli”, organizzata dall’Associazione turistica Pro Loco, in collaborazione con l’Associazione culturale “Cavalieri di Termoli” ed inserita all’interno del programma predisposto dall’Amministrazione comunale in occasione delle festività natalizie.  L’evento si svolgerà su più date: il 22 dicembre in piazza Insorti di Ungheria e il 15 e 21 dicembre in piazza Mercato, sarà allestita una casetta gonfiabile, dentro la quale un Babbo Natale distribuirà leccornie ai bambini presenti.  Gli adulti, invece, potranno visitare i diversi banchetti allestiti per l’occasione, dedicati alla promozione turistica del territorio e alla vendita di souvenir e articoli artigianali prodotti da associazioni e cooperative sociali. Nelle giornate del 21 e 22 dicembre è previsto l’arrivo della banda di Babbo Natale: accompagnato dal suo pony, donerà caramelle e cioccolatini ai bambini e, per i più coraggiosi, sarà possibile effettuare un giro sul mansueto animale. Natale nel Borgo dove ci sarà musica a filodiffusione ed attività artistiche allestite dagli stessi commercianti.  Ancora il 29 dicembre si svolgerà il “Concerto di Fine Anno”,presso la chiesa San Timoteo,  promosso dall’Avis e dalla Diocesi di Termoli  con l’orchestra sinfonica di Sofia, diretta dal maestro Leonardo Quadrini,  e con la partecipazione del tenore Eusebio De Pasquale, di origini termolesi e di un soprano  di origini cinesi. L’evento sarà ad ingresso gratuito, ma chiediamo un’offerta libera per finanziare l’iniziazione al lavoro di giovani.  Per concludere il 31 dicembre con Capodanno in Piazza che vedrà la presenza di DJ anche a caratura nazionale”.
MDL

 

Commenti Facebook