Incendi in California, così i roghi hanno distrutto la valle dei vigneti

137

La Napa Valley brucia: le immagini dei vigneti e delle cittadine ridotti in cenere dalla furia delle fiamme

Incendi devastanti, come non si sono mai visti: le contee del Nord della California sono state in gran parte ridotte in cenere dalla furia delle fiamme, che hanno devastato anche le zone dei vigneti della Napa Valley, di Sonoma e Yuba, dove è stato dichiarato lo stato di emergenza dal governatore dello Stato, Jerry Brown. In queste terre si sviluppa un decimo della produzione mondiale di vino (gli Stati Uniti sono il quarto produttore di vino a livello globale dopo Italia, Francia e Spagna).
Il bilancio delle vittime dell’emergenza incendi in California è cresciuto a 11 morti: 7 vittime nella contea di Sonoma, due nella Napa Valley, una nella contea di Yuba e una nella contea di Mendocino.
Gli incendi hanno bruciato circa 40.500 ettari, la gran parte coltivati a vigneto, costretto all’evacuazione oltre 20.000 persone e distrutto più di 2.000 tra abitazioni e edifici di aziende. Tra queste ultime vi sono le masserie di case vitivinicole che nel corso degli ultimi decenni si sono conquistate una fama mondiale, tra le quali William Hill Estate Winery a Napa, le cantine Signorello Vineyards, Stags’ Leap and Chimney Rock, di cui è proprietaria in parte Marchesi Antinori, che la acquistò nel 2007.

Commenti

commenti