Una Voce al Bisogno Onlus annuncia la replica del conerto de Il Tratturo

369

L’Associazione onlus Una Voce al Bisogno desidera ringraziare tutti coloro che sono stati presenti e che, con il proprio disinteressato impegno, hanno contribuito al successo della manifestazione che si è tenuta nell’auditorium “Unità d’Italia” lo scorso 28 dicembre.La nostra riconoscenza va innanzitutto al pubblico, che con grande partecipazione e spirito di solidarietà ha assistito allo spettacolo e che, con l’acquisto del biglietto, ha consentito una raccolta di fondi finalizzata ad un programma di riabilitazione cognitiva per i malati affetti da demenza di tipo Alzheimer. Siamo, altresì, grati ai sei musicisti del «Tratturo» che, accogliendo senza riserve la nostra proposta, hanno dimostrato alto senso sociale oltre che indubbie capacità artistiche. Un grazie sincero va pure ai loro tecnici audio e delle luci, e a tutti coloro che durante la serata hanno lavorato per una perfetta riuscita dello spettacolo.

Una menzione speciale meritano Emilia Vitullo, per l’emozionante racconto che ha fatto da prologo al concerto, e l’editore Luigi Palladino per il progetto editoriale che ha voluto proporci. Un ringraziamento particolare lo rivolgiamo anche a Pino e Marco Manocchio per il video che ha aperto la serata e per i servizi fotografici del concerto, nonché agli altri fotografi e cameraman che con la loro opera hanno documentato ogni istante dell’evento.Siamo inoltre grati alle istituzioni e alle organizzazioni che, in diversa misura, sono state coinvolte nell’iniziativa, come il Comune di Isernia che ha autorizzato l’uso dell’auditorium e i Vigili del Fuoco che hanno attivato le necessarie misure di sicurezza, assecondando fin dove possibile le nostre esigenze logistiche; senza dimenticare la Prefettura, la Questura e le altre forze dell’ordine. Pari gratitudine va agli organi d’informazione e ai giornalisti che con ampi articoli di stampa e online e con mirati servizi televisivi hanno contribuito a sensibilizzare tutti sull’autentico significato della manifestazione, che intendeva andare oltre la semplice serata concertistica.Siamo infine riconoscenti nei confronti di alcuni profili Facebook che hanno pubblicizzato le nostre iniziative, in particolare gli amici di “Come eravamo una volta”, e di tantissime altre persone che è impossibile menzionare in questa circostanza ma che hanno comunque dato un determinante contributo di collaborazione.Con l’occasione, come già annunciato nei giorni scorsi, confermiamo che il 28 febbraio «Il Tratturo» replicherà il concerto. Anche stavolta l’incasso sarà devoluto in beneficenza. Il prezzo d’ingresso resta di euro 10 e la prevendita verrà effettuata presso Il Discobolo, in piazza stazione, e presso Punto Musica, in via Kennedy.

Commenti

commenti