Neuromed insieme a Coldiretti in un progetto che vede la Dieta mediterranea al centro di uno stile di vita sano

184

Si terrà a Bari, dal 27 al 29 aprile, il Villaggio Coldiretti, che vedrà per il secondo anno consecutivo la presenza dei ricercatori dell’I.R.C.C.S. Neuromed, tra i maggiori esperti dello ‘stile di vita mediterraneo’.

Con queste giornate, che si terranno sul lungomare Imperatore Augusto di Bari, si intende promuovere uno stile di vita sano e il consumo di prodotti di qualità, espressione e ricchezza dei territori regionali italiani. “Mangia, gioca e impara”, questo il titolo dell’appuntamento che vedrà gli esperti del Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione del Neuromed impegnati nell’offrire consigli sulla corretta alimentazione. Il tutto arricchito da ricette tipiche pugliesi accompagnate dal commento dei ricercatori, che ne evidenzieranno le caratteristiche salutari.

Un approccio che promuove la salubrità della Dieta mediterranea, il cui consumo aiuta a prevenire le maggiori patologie che colpiscono oggi le società moderne, quali le malattie cardiovascolari, i tumori e le patologie neurodegenerative. Gli studi del Dipartimento di Epidemiologia del Neuromed hanno posto in rilievo come lo ‘stile di vita mediterraneo’, con i suoi prodotti come pasta, frutta, verdura, olio extravergine di oliva e vino, sia una protezione per la nostra salute. La stagionalità dei prodotti e la loro territorialità, inoltre, sono caratteristiche fondamentali del mangiare mediterraneo, caratteristiche di cui tutte le regioni del centro-sud Italia rappresentano l’espressione più autentica.

Con questo evento continua la collaborazione tra Neuromed e Coldiretti con l’interesse comune verso un’alimentazione di qualità, sia dal punto di vista nutrizionale e del gusto che da quello di salute.  – a spiegarlo il professor Giovanni de Gaetano, a capo del Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione – Alle giornate di Bari Neuromed contribuirà con i risultati delle sue ricerche scientifiche sulla Dieta Mediterranea come scudo salvavita contro le malattie croniche e degenerative”.

Commenti Facebook