Moto d’epoca/ A Forlì del Sannio un passaggio della Milano-Taranto

674

 Le corse rievocative assumono sempre un fascino particolare, perché alimentano i ricordi migliori; tra queste, sicuramente importante è la Milano-Taranto, che dal 1987 vede la partecipazione nutrita di moto d’epoca, che si danno appuntamento a luglio per una corsa a tappe che attraversa i luoghi più belli d’Italia. La manifestazione è a carattere internazionale e non è agonistica, anche se è prevista una classifica, ma ha un carattere puramente storico-culturale per dare modo di conoscere i luoghi, la storia, la cultura, le tradizioni e l’arte del popolo italiano. Il percorso è diviso in 6 tratti e seguirà il più fedelmente possibile il percorso storico della Milano- Taranto per un totale di 1.900 Km circa. Questa la sintesi descrittiva di una corsa, che nasconde tanti altri motivi d’interesse.

Nella Milano-Taranto si vive di sana nostalgia e si assapora completamente la passione antica delle due ruote; si transita lungo le strade provinciali, si attraversano città e paesi, ci si ferma ad assaporare le prelibatezze gastronomiche locali e si creano nuove amicizie, oltre a consolidare quelle vecchie. La rievocazione storica riporta agli anni trenta. Milano-Taranto per le moto ha da sempre rivaleggiato con la Mille Miglia automobilistica. L’edizione di quest’anno prevede sei tappe, sette regioni interessate direttamente, quasi 200 centauri partecipanti. Padova, Arezzo, Colli del Tronto, Caserta, Matera, Taranto saranno collegate dall’interessante percorso; ma lungo il tragitto sarà presente anche il Molise, con un controllo orario a Forli del Sannio, previsto per domani. Il paese molisano, quindi sarà punto di sosta delle moto, provenienti da Roccaraso e dirette prima a Monteroduni e poi a Gallo Matese, lungo la tappa Colli del Tronto-Caserta.

Si attraverseranno, come sempre, strade panoramiche e territori ricchissimi di risorse storiche, monumentali e naturalistiche che solo in moto possono essere goduti a pieno, cogliendone fino in fondo l’atmosfera, l’identità, la bellezza. L’organizzazione prevede anche la presenza di ‘assaggiatori’, punti di ristoro dove i partecipanti potranno fermarsi per degustare appunto il meglio della gastronomia locale; nella sosta molisana potranno assaggiare sicuramente olio e tartufo, prelibatezze locali, ma anche altre specialità della ricca tradizione locale. Organizzatore della sosta oraria molisana è Giancarlo Valente, dinamico assicuratore con propria agenzia ad Isernia e naturalmente appassionato sostenitore di questa importante gara di rievocazione storica. La Milano-Taranto domani sarà importante vetrina per il territorio molisano: i centauri apprezzeranno sicuramente il paesaggio, la pulizia dell’ambiente e le prelibatezze della nostra gastronomia. Sarà tutto molto bello.

Stefano Manocchio

Commenti Facebook