Turismo/ La Regione stanzia venti milioni di euro per l’albergo diffuso e la micro ricettività extra alberghiera

825

ll gruppo Terminus offre un servizio di consulenza sui bandi di finanziamento attivi o di interesse specifico per le aziende molisane. Per saperne di più potrete contattarci ai seguenti numeri di telefono: 0875.85240 (sede di Termoli) 0874.98926 (sede di Campobasso), oppure inviare mail al seguente indirizzo: serviziterminus@libero.it. La consulenza è GRATUITA.

Abbiamo sempre sostenuto come il turismo sia al momento forse l’unica possibilità di sviluppo, anche in prospettiva, per il territorio molisano; siamo già presenti sull’argomento con una vetrina sul ‘Molise di qualità’, ma abbiamo anche un occhio di riguardo per tutte le iniziative economiche, pubbliche o private a sostegno del comparto.

Per questo motivo non possiamo che accogliere favorevolmente l’idea della Regione Molise di attivare finanziamenti specifici sul tema. Una recente delibera di Giunta propone linee d’intervento, con una buona dotazione economica a corredo, pari a 20 milioni di euro, di cui 16 milioni riservati ad imprenditori e privati interessati a sviluppare o potenziare strutture turistiche e di microricettività e 4 milioni ai Comuni interessati ai relativi lavori pubblici di conseguenza; la misura prevede in questo ultimo caso che nei Comuni siano già presenti attività ricettive organizzate in forma di albergo diffuso, di turismo rurale e di microricettività e che i Comuni stessi abbiano nel loro territorio una ricettività di almeno 14 posti letto presso strutture microricettive extralberghiere .

L’obiettivo è quello di migliorare la qualità dell’offerta ricettiva regionale, potenziare e consolidare i servizi a supporto del “sistema albergo diffuso”, del turismo rurale e della microricettività, aumentare la competitività delle strutture ricettive a cui l’azione è rivolta, completare la funzionalità del “sistema albergo diffuso” e l’accoglienza nei borghi, destagionalizzare e arricchire l’offerta turistica; in sostanza si vuole favorire la creazione di nuove opportunità occupazionali, che andranno appunto ad operare in dette strutture direttamente o nei servizi accessori e nel contempo provvedere al recupero del patrimonio edilizio esistente sia di proprietà pubblica che privata, evitando lo spopolamento dei piccoli comuni.

L’intervento è importante anche per il recupero di mercato di un settore economico che ancora è rilevante, se non addirittura portante, per il Molise, che è quello edile con tutte le aziende che direttamente o indirettamente potranno ricevere benefici (dalle imprese di costruzione ai fornitori di materiali, ai collaboratori e cottimisti).

Un’occasione di rilancio economico-turistico da non sottovalutare e da seguire con grande attenzione. Noi ci saremo.

Stefano Manocchio

Commenti Facebook