Passa alla Camera emendamento ACEM per eliminare la tassa dei licenzamenti in edilizia

231

Nelle ultime ore, la Camera dei Deputati ha approvato un emendamento alla Legge di Bilancio, proposto e fortemente sostenuto dall’ACEM a livello locale e dall’ANIEM CONFIMI a livello nazionale. L’emendamento prevede l’esenzione per il settore delle costruzioni della “tassa sui licenziamenti”, meglio conosciuta come “ticket sui licenziamenti”, non solo nei casi di cambi d’appalto, ma anche per i licenziamenti operati per il fine cantiere.
“Augurandoci che l’emendamento possa essere approvato nella versione definitiva della legge di bilancio, cosa che a Roma danno per certo trattandosi di un pacchetto blindato – dichiara il Presidente dell’ACEM Corrado Di Niro - vogliamo sottolineare che se non ci fossimo impegnati assiduamente con l’Associazione nazionale ANIEM, con il Ministero del Lavoro e con Palazzo Chigi, le imprese avrebbero dovuto pagare dal 1° gennaio per ogni lavoratore licenziato ben 489,95 euro per ogni anno di lavoro prestato, fino ad un massimo di 3 anni, invece in questo modo avremo un risparmio complessivo per il settore stimato in circa 38 milioni di euro l’anno, in tutta Italia”.
“Spiace che a livello regionale non veniamo ascoltati allo stesso modo per il bene della categoria” conclude il Presidente Di Niro.

Commenti

commenti