Malasanità, una troupe di Rai 3 nazionale a Gambatesa

1053

Disavventure ospedaliere: Queste semplici ma significative due parole scritte su Google, il motore di ricerca più famoso al mondo, hanno fatto si che una troupe di Rai 3 nazionale, della trasmissione Fuori Tg, giungesse in Molise, e più precisamente a Gambatesa, per realizzare un servizio su alcune storie di mala sanità accadute a Campobasso. I fatti: la giornalista Eugenia Nante era alla ricerca di nuovi spunti per un servizio che potesse mettere in evidenzia i quotidiani disservizi che accadono in lungo e in largo per l’Italia nell’ambito sanitario. Dopo aver digitato “disavventure ospedaliere” si è ritrovata sul sito www.osservatoremolisano.it e su alcuni articoli scritti dal capo redattore Stefano Venditti. Da li la Nante è risalita ad uno dei protagonisti di questi articoli, Vittorio Venditti originario di Gambatesa, e al suo blog www.gambatesaweb.it. Avendo trovato interessanti gli spunti presenti negli articoli dei due siti molisani la Nante ha contattato via email Vittorio Venditti e nel giro di qualche giorno si è organizzata la trasferta in Molise. La Nante è giunta da Genova mentre il cameraman e il tecnico del suono sono arrivati dalla Capitale. La conclusione di questo contatto nato via internet, proseguito via email e concretizzato a Gambatesa si è svolto nel tardo pomeriggio di ieri dove la troupe di Rai 3, accompagnata da Vittorio Venditti e dal suo collaboratore Stefano Venditti, hanno girato circa 60 minuti di speciale, tra immagini ed intervista, per le vie centrali del paese che, poi, saranno sintetizzati nei tre minuti del servizio che andrà in onda venerdì 14 giugno sugli schermi di Rai 3 nazionale. “Vorrei sottolineare una cosa. Il caso di oggi dimostra in maniera inequivocabile che l’audience non fa informazione. Due piccoli siti molisani, forse poco conosciuti ma seguiti da persone valide e di livello culturale medio alto, sono riusciti a veicolare il loro messaggio di denuncia al di fuori dei confini regionali. Perché? Perché hanno ascoltato la gente comune, hanno dato spazio alle loro richiesta legittime, hanno elaborato articoli di una certa fattura ed hanno protestato, se così si può dire, con educazione sapendo cosa scrivere e in che modo scrivere. Il resto lo hanno fatto i lettori che hanno facilitato di gran lunga il lavoro del giornalista del mio collaboratore Stefano Venditti e il mio ruolo di blogger come voce fuori dal coro. La qualità, la sincerità, il rispetto della persona ed essere, appunto, una voce fuori dal coro ci ha permesso di portare all’attenzione dell’opinione pubblica nazionale alcuni fatti incresciosi successi nella nostra regione. Un impegno che, assicuro, continuerò a portare avanti insieme ai miei più stretti collaboratori, sempre al fianco della gente comune, sempre in difesa dei diritti dei cittadini – ha concluso Vittorio Venditti –“. L’appuntamento con il servizio della giornalista Eugenia Nante è per venerdì 14 giugno alle ore 12.30 su Rai 3.

Commenti Facebook