Terminal bus a Campobasso/ Esposito: simbolo nefasto di opere incompiute, richiesta di riunire in presenza le Commissioni consiliari interessate

216

“La nebulosa gestione della progettualità e messa in funzione del “Terminal bus” della nostra Città capoluogo di regione, risale alla notte dei tempi. Pochi o nessuno conosce gli spazi interni che compongono l’edificio ormai divenuto “simbolo nefasto” delle opere incompiute della nostra comunità.


Sia come Consigliere comunale della Città di Campobasso – Vicepresidente della Commissione comunale “Urbanistica, Territorio, Arredo e Decoro urbano”, ma ancor più come cittadino non posso più sottacere sulla incuria che accompagna l’ inoperatività amministrativa intorno a tale progetto mai decollato!”.


Il sindaco Gravina da Consigliere di Opposizione si occupò di scrivere all’Anac per chiedere la verifica di una procedura di Poject Financing che avrebbe portato all’affido in gestione della struttura dei servizi ad esso collegati, lo stesso che oggi permette che tale sito versi in uno stato di degrado, abbandono e incuria, vergognoso!


In una delle ultime dichiarazioni rese sull’argomento in seno alla inaugurazione di una parte del sovrappasso. solo poche settimane fa( 23 dicembre 2020) ricordava la delibera di giunta comunale adottata a giugno 2020 con la quale aveva annullato procedure pregresse anche in ragione – del parere espresso dall’Anac – ma non solo anche in ragione di altre visioni politiche, essendo che l’idea è quella di collegare al Terminal bus piste ciclabili che mi chiedo: dove porteranno e chi? Chi verrà in bici dai comuni limitrofi per muoversi in città, magari anche nei mesi invernali! Forse così facendo si ha l’intenzione di ridurre il servizio di navetta e fare cassa?


Oggi come si può vedere, dalle foto, gli spazi circostanti il corpo centrale -continua il capogruppo di FI- che resta chiuso, risultano essere estremamente degradati, sporchi, sudici e in tanti casi pericolosi, con cavi scoperti e decine di bottiglie di vetro frantumate ovunque, e pensare che quotidianamente sono migliaia i giovani, le donne e gli uomini molisani e non, che frequentano tale luogo!


Non vi sono servizi igienici o zone di sosta organizzate, squallore incredibile, mascherine e rifiuti ovunque, marciapiedi sconnessi e asfalto rovisono! Una sola panchina in tutta l’area. Insomma in attesa di affidare la struttura non si può tenerla pulita ed organizzata all’esterno?

Il Terminal bus per tanti giovani del Molise risulta essere uno dei luoghi più frequentati della nostra città, e invece di tenerlo pulito ed organizzato, viene tenuto nel peggiore e più squallido dei modi!


Non si può continuare a chiedere sacrifici a tutti senza dare alcun segnale di considerazione, specie in questo momento di Pandemia dove lo sporco fa ancora più disgusto!

Ho richiesto ufficialmente – dice il consigliere Esposito – di riunire in presenza sul posto le Commissioni consiliari interessate, da quella che si occupa di ” Arredo e decoro urbano”, a quella “Ambiente”,senza tralasciare la Commissione “Cultura”, al fine di valutare tutti insieme urgenti interventi di pulizia e messa in sicurezza per preservare l’incolumità pubblica.


Ritengo che il sito merita interventi celeri quantomeno di pulizia e messa in sicurezza.
Tra l’altro sono venuto in possesso di un video girato all’interno dell’edificio da precedenti Commissari che mostra il degrado e l’abbandono irrispettoso nel quale versa una struttura pubblica realizzata con fondi pubblici e dopo tanti anni non ancora entrata in funzione!


L’impegno, la serietà, la tempestività d’intervento lo dobbiamo a tutti quei cittadini che hanno sopportato l’indigenza dei luoghi negli anni passati, a quelli che la sopportano oggigiorno ma anche e soprattutto per spezzare questa “catena” dell’incompiuto.

Commenti Facebook