Sanità/ Soddisfatti Colagiovanni e Esposito per la sentenza della Corte Costituzionale

380

La sentenza 246 del 4 dicembre 2019 della Corte Costituzionale ha sancito l’incostituzionalità della norma che prevedeva l’incompatibilità tra la carica di Presidente della Regione e quella di Commissario ad Acta per la sanità. Una sentenza che arriva dopo il ricorso presentato lo scorso mese di febbraio dalla Regione Molise. Il ricorso verteva sulla norma contenuta nel Decreto Lelle 119 del 23 ottobre 2018, Disposizioni urgenti in materia fiscale e finanziaria- poi convertito, con modificazioni, nella legge 136 del 17 dicembre 2018. “La sanità molisana meritava di più – affermano i capigruppo di Palazzo San Giorgio, Domenico Esposito di Forza Italia e Salvatore Colagiovanni dei Popolari per l’Italia – Le logiche di Palazzo, che hanno contraddistinto l’azione del Movimento 5 Stelle, hanno fatto più male alla nostra regione di ogni Governo passato che loro più di altri hanno duramente contrastato e criticato. Il loro atteggiamento ha ritardato “la cura” del sistema sanitario molisano di un anno e mezzo. Sono arrivate in Molise due professionalità da loro individuate e sostenute, che hanno portato idee da avanspettacolo per la risoluzione dei problemi (ricordiamo tutti la volontà di richiamare in servizio medici in pensione, o ancor più dirompente far intervenire i medici dell’esercito…), per fortuna della nostra regione sono, oramai un lontano ricordo”. “Si apre finalmente una nuova speranza per l’intero comparto sanitario regionale, una nuova stagione arrivata grazie alla determinazione del Governatore Donato Toma, che gode della nostra più totale fiducia, il quale potrà riprendere in mano la situazione della sanità molisana – proseguono Esposito e Colagiovanni – ci auguriamo che la città di Campobasso possa finalmente avere un Dea di Secondo Livello, nell’interesse dell’intero territorio regionale”. “La logica, del tutto sbagliata del Governo e supportata dalla delegazione parlamentare molisana, di marca pentastellata, finalmente, vede la sua conclusione – incalzano i due Consiglieri comunali – da oggi si deve aprire una nuova pagina e la maggioranza di Palazzo San Giorgio del Movimento 5 Stelle deve capire che, d’ora in avanti, si deve collaborare con la Regione Molise imprescindibile collaborazione se si ha davvero a cuore le sorti della nostra comunità cittadina e non solo”. “Complimenti a Toma per la determinazione, caparbietà è responsabilità che gli hanno permesso di raggiungere questo risultato – concludono Esposito e Colagiovanni – noi, dal canto nostro, continueremo a svolgere il ruolo di sentinelle nell’Assise cittadina, perché abbiamo una responsabilità: fare il bene dei campobassani e della nostra Città Capoluogo di regione”.

Commenti Facebook