Palata/Deve scontare 60 giorni, i Carabinieri lo sottopongono a detenzione domiciliare

251

Nel primo pomeriggio di giovedì 21 marzo, i Carabinieri della Stazione di Palata, coordinati dal Comandante, hanno sottoposto al regime della detenzione domiciliare un 55enne residente in paese, disoccupato, dando esecuzione ad una ordinanza di espiazione pena emessa dalla Corte d’Appello di Campobasso, per la quale l’uomo deve espiare una pena residua di giorni 60.

I fatti risalgono agli anni 98-99, quando l’uomo con un complice, si rendeva autore di estorsione aggravata in danno di un operaio, all’epoca residente a Montenero di Bisaccia (CB), al quale a seguito di lesioni personali, minacce gravi, estorcevano una cospicua somma di denaro, frutto dei sacrifici e dei risparmi che l’uomo aveva accantonato con l’attività lavorativa espletata.

Un periodo di detenzione – che sembrava essere l’ultimo – della durata di un anno veniva espiato nell’anno 2013, conseguente a quanto già sofferto a seguito dell’arresto occorso in seguito ai fatti ed un successivo ricalcolo del periodo residuo faceva emergere un ulteriore residuo proprio di 60 gg che decorrono da giovedì, quando i Carabinieri lo hanno sottoposto alla misura restrittiva all’interno della sua abitazione.

Commenti Facebook