Il fatto/ Geppetto, San Giuseppe ed il cuneo

197

Quello del falegname è un mestiere nobile ed antico, antico assai anche se poi i falegnami li hanno iniziati a fare (smontati) in Svezia e ce li vendevano in scatole di cartone. Prima che tutto questo avvenisse e prima che vendessero polpette insieme ai mobili, c’erano due falegnami famosi su tutti: San Giuseppe e Geppetto. Lasciando perdere il primo il secondo era un falegname sui “genesis” dato che tutti lo abbiamo visto nella pancia della balena, con la fata turchina, ma mai con una sega in mano. Ah no, una volta è stato visto con la sega in mano, poi è nato Pinocchio. E da qui a parlare di “miracoli” per qualcuno il passo potrebbe essere breve. Il falegname rientra a pieno titolo nella storia molisana, se ci sono dei termini dialettali che indicano qualcosa. Nel caso del falegname, per esempio, c’era “U CHIANUOZZE”. Tranquilli, era solo la pialla. Altro termine che credevo fosse dialettale era la zeppa. Ma dopo “rigoroso” controllo ho scoperto che trattasi di nome italiano. Credevo che fosse zeppa in dialetto e cuneo in italiano. Invece no.
Fosse stato così avrei capito come mai in Italia si parla di cuneo, ma sempre con distrazione e lontananza. Ed io credevo che non si volesse parlare di cuneo per non avvicinarsi al “cuneo fiscale”. Attenzione….cuneo, che si incunea, vicino a fiscale, fa certamente paura. A pensare che qualcosa si possa incuneare…ma dove si incunea? Si “incunea”, per esempio nel costo del lavoro.
“Il cuneo fiscale è un indicatore percentuale che indica il rapporto tra tutte le imposte sul lavoro (dirette,indirette e contributi previdenziali) e il costo del lavoro complessivo” (da wikipedia)
Adesso: invece di parlare di reddito di cittadinanza, se questo fosse un Governo serio non potrebbe parlare, per esempio, di cuneo fiscale e cercare di abbassare le imposte ed i contributi previdenziali per i lavoratori dipendenti? Posto che un dipendente costa al suo datore di lavoro un importo doppio rispetto allo stipendio, non si potrebbe cercare di abbassare questo costo per fare in modo di far “siggere” di più ai dipendenti e far pagare di meno ai datori di lavoro? Ma siamo pazzi? Se si riuscisse a fare una cosa del genere i dipendenti avrebbero più soldi in tasca, i titolari di azienda pagherebbero meno il lavoro e, magari, potrebbero assumere anche qualche altro dipendente.
Troppo complicato, meglio il reddito di cittadinanza su carta Poste pay. Ma attenzione: il postino suona sempre due volte fatevi trovare, sennò poi, dopo, vi restano solo altre due possibilità!
Statevi arrivederci
Franco di Biase

Commenti Facebook