Danni alla chiesa rurale a Ripalimosani, accolto appello dall’Anas

120

Italia Nostra Campobasso prende positivamente atto dell’operato dell’ANAS a tutela della chiesetta di S. Antonio di Padova a valle, in contrada S. Lucia a Ripalimosani.

La chiesetta (1647), che custodisce due altari lignei barocchi, è situata al di sotto del viadotto Ingotte ed è in uno stato di evidente rischio in quanto, durante la stagione invernale, la coltre nevosa rimossa sul viadotto dai mezzi spartineve viene sistematicamente riversata sul tetto della chiesetta, procurando infiltrazioni d’acqua al suo interno e mettendo in serio pericolo la stabilità del tetto stesso.

Italia Nostra Campobasso, unitamente all’Associazione Simposio Ripa ed a Legambiente, in occasione di un incontro con il Direttore dell’Azienda cui hanno partecipato anche il Sindaco ed il Parroco di Ripalimosani, ha sollecitato l’ANAS a prendere gli opportuni provvedimenti al fine di evitare il verificarsi di ulteriori danni alla struttura della chiesetta rurale, ristrutturata dalla Soprintendenza nel 2000.

Con viva soddisfazione abbiamo constatato che l’ANAS ha provveduto ad inserire lungo il viadotto, in corrispondenza della sottostante chiesa, una rete metallica di protezione per ovviare alla situazione lamentata.

L’interessamento dell’ANAS è sicuramente importante per la tutela della chiesetta rurale la quale, tuttavia, necessita di maggiore attenzione per la sua protezione. Italia Nostra Campobasso auspica che altri interventi,vengano posti in essere per la definitiva e completa risistemazione di tutta l’area circostante, anche al fine di impedire lo scarico di materiale di risulta e di rifiuti nelle adiacenze della struttura in questione – cosa che, purtroppo, attualmente è dato di constatare – e di dare maggiore visibilità ad un Bene, seppur minore, ma di sicuro interesse culturale.

Il Presidente
Gianluigi Ciamarra

Commenti Facebook