Campobasso/ Verde pubblico, qualcosa si muove

202

E’ stata la prima dichiarazione a caldo del neo sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, quella che provocò anche qualche sorrisino da parte dei suoi avversari politici: a Campobasso si parte annaffiando le piante, in particolare del centro. Non è una questione marginale, ma ha un perché ed ha a che fare con l’immagine del comune capoluogo di regione, frequentato da migliaia di pendolari ogni giorno.
Il punto è proprio questo: entrare e vedere giardinieri all’opera certamente piace e può essere interpretato come segnale positivo per la città. Intanto la promessa è stata mantenuta e da alcuni giorni personale della Sea è impegnato, appunto, ad annaffiare e curare piante ed alberelli; poi, sempre secondo i programmi pubblici, si passerà alla vasca di Villa de Capoa, che tornerà a zampillare. Questo va bene, come va bene il progetto di recupero del centro storico; certo sul verde pubblico c’è tanto da lavorare e gli ultimi cinque anni non saranno da ricordare per le grandi iniziative e forse neanche per quelle ‘medie’.
Giace abbandonata al suo degrado la Via Matris ed erbacce incolte la fanno da padrone in varie piccole ville di quartiere nella città; Villa de Capoa incombe con i suoi mille problemi e non è un caso che sia Gravina che l’assessore Cretella abbiano in mente di agire subito per migliorare il decoro del sito.
Staremo a vedere.
Stefano Manocchio

Commenti Facebook